«Papà, a scuola mi hanno spiegato che posso cambiare sesso»


Oggi sul Corriere del Veneto viene data notizia che in una scuola si Arzignano, in provincia di Vicenza, è scoppiata una polemica su un corso all’affettività tenuto nella scuola elementare Villaggio Giardino. Secondo quanto riportato dal quotidiano, un genitore avrebbe raccontato che «quando è tornato a casa mio figlio mi ha detto: “papà, a scuola ci hanno spiegato che si può cambiare sesso. Da maschio a femmina e da femmina a maschio”. E visto che è in quinta elementare, non è proprio il massimo sentire queste parole». «Le maestre non c’entrano – ha proseguito il padre -, per spiegare cosa sono i transgender è stata chiamata una psicologa. Per un bambino di quell’età non lo ritengo propriamente educativo, e comunque non capisco cosa interessi. Trovo doveroso che la scuola parli di affettività e sessualità, ma con bimbi di quinta elementare ci vuole molto tatto. Si cammina sul filo del rasoio». Il preside della scuola, Pier Paolo Frigotto, ha respinto le accuse, dopo che il caso è stato sollevato dal partito politico di estrema destra Forza Nuova. «Le loro affermazioni sono arbitrarie e senza fondamento – ha detto Frigotto – questi corsi sono tenuti da anni e previsti da indicazioni nazionali». La psicologa Federica Bastianello non ha voluto fare alcun commento sulla vicenda.