Nella perfetta democrazia nordcoreana, l’affluenza è al 100% e tutti votano Kim Jong-un