“La mia ferita: ostacolo o risorsa?”. Incontro a Rimini con Marina Corradi


“La mia ferita: ostacolo o risorsa?”. Incontro sabato 16 marzo, ore 16, presso la Sala Sole – Centro Congressi SGR, Via Chiabrera 34 D – Rimini. Interverranno: Marina Corradi, Franco Casadei, Naomi.

Un incontro-testimonianza con la giornalista e scrittrice Marina Corradi, una personalità che ha una capacità di scrittura che si sta imponendo sempre più all’attenzione sia in ambito giornalistico che narrativo. Il tema dell’incontro – aperto al pubblico – prende lo spunto da un suo articolo pubblicato alcuni mesi fa sul mensile Tempi, intitolato: “La mia crepa”.

Un articolo che ha avuto straordinaria eco e che tuttora è letto e commentato da tanti lettori. La conversazione è organizzata dalla Casa di Sant’Anna in quel di Rimini, dove sono ospiti donne che hanno vissuto e vivono sulla loro pelle storie piene di dolore e di solitudine. Oltre a Marina Corradi, interverranno: Naomi, una ospite della Casa che porterà la sua testimonianza, e Franco Casadei che leggerà sue poesie, alcune tratte dal libro La firma segreta – scritto insieme a Marina Corradi – e altre inedite scritte per l’occasione.

———————-

La crepa e la ferita*

Di tanto in tanto l’idea ci assale
di essere sbagliati, con una fenditura,
una crepa profonda nel muro della vita.

E ci sovviene il male di vivere
e il rivo strozzato di Montale,
ma di questo si preferisce non parlare,
si tace.

Perché quella ferita? Se non ci fosse
non avremmo bisogno di niente,
ma allora perché aspettiamo
̶  come una promessa sottaciuta  ̶
qualcosa o qualcuno
che ci guarisca e si prenda di noi cura?

Qualcuno ha scritto:
Dio passa attraverso le ferite.
Che sia, questa crepa,
una lacerazione necessaria?

È forse un’ancora di salvezza
quel pertugio, quella falla
da cui aspettarsi un fiotto di grazia
che possa entrare e fecondare
la nostra terra inaridita.

*Traduzione in versi dell’articolo di Marina Corradi da parte di F. Casadei