Gli immigrati clandestini scelgono sempre meno l’Unione europea


L’Europa in crisi non è più meta gradita nemmeno per gli immigrati clandestini. Frontex, L’Agenzia europea per la gestione delle frontiere esterne, ha fatto sapere che, nel 2012, il numero di migranti che hanno oltrepassato illegalmente le frontiere dell’Unione europea è dimezzato, scendendo a quota 72.437 dai 141.051 del 2011 e i 104.060 del 2010. Nel grafico del Wall Street Journal la mappa di dove diminuiscono e dove, invece, aumentano, gli ingressi clandestini e le nazionalità di provenienza. In aumento i siriani

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •