«Vietato ai cani e ai bambini in carrozzina»


La Francia è una terra dove gli amanti della cultura possono sbizzarrirsi. Non tutti però. I genitori con bambini piccoli in carrozzina non sono infatti ben accetti. È il caso incredibile della Chapelle Richaud a Versailles. Il bellissimo ambiente del XVIII secolo, che ospita mostre ed esposizioni, è vietato infatti a chi entra con del cibo, con un cane, con la sigaretta, con i pattini e con i bambini in carrozzina.

Il motivo del divieto è sconosciuto. Come testimoniato da una giovane mamma che ha di recente visitato la Cappella per vedere la mostra Les Armes, «l’ambiente è moderno, rifatto da poco e prevede spazi larghi, in tutto a norma, per il passaggio dei portatori di handicap in carrozzina». Il problema, dunque, non sono le carrozzine ingombranti ma proprio i bambini.

La giovane mamma racconta di come gli inservienti, una volta arrivata all’esposizione, le abbiano chiesto di svegliare il neonato che dormiva e di prenderselo in braccio. Davanti alle sue proteste, le è stato risposto: «Signora, è lei che ha voluto fare un figlio».

Commenta la donna sconsolata: «Giovani genitori, eccovi avvertiti: vi toccherà aspettare 3-4 anni, che vostro figlio cammini dritto, prima di poter approfittare delle nuove esposizioni allo spazio Richaud. Chiedo al sindaco di Versailles di rivedere questo assurdo divieto: anche i genitori di figli piccoli hanno il diritto di avere accesso alla cultura».

  • 25
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    25
    Shares