Dono graditissimo a papa Francesco: la maglia del San Lorenzo


Articolo e foto tratte dall’Osservatore Romano – Piccola festa familiare per Papa Francesco, ieri, mercoledì 20, al termine dell’incontro con i rappresentanti delle Chiese, delle comunità ecclesiali e di altre religioni. In un salotto attiguo all’Aula Paolo VI lo attendevano un centinaio di connazionali argentini, guidati dal presidente della Conferenza episcopale monsignor José María Arancedo, arcivescovo di Santa Fe de la Vera Cruz. Gli ingredienti per la festa c’erano tutti: dal vociare gioioso dei tanti bambini presenti, al calore di familiari e amici, ai doni. Il Santo Padre si è intrattenuto affabilmente con loro, scambiando con ciascuno un saluto, una stretta di mano, un abbraccio. Tra i conoscenti del Papa anche alcuni membri dell’Azione cattolica internazionale, accompagnati dal vescovo Domenico Sigalini, e diversi agenti della pastorale dell’arcidiocesi di Buenos Aires.

Erano presenti anche i cardinali argentini Sandri e Karlic, il vescovo Sánchez Sorondo e diversi rappresentanti dell’episcopato argentino tra i quali l’ausiliare e pro-vicario di Buenos Aires, monsignor Eduardo Horacio García. Folte anche le rappresentanze del collegio sacerdotale argentino a Roma, degli studenti argentini presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica e dei sacerdoti di vari dicasteri della Santa Sede, in particolare della Segreteria di Stato, tra i quali monsignor Guillermo Javier Karcher. Con l’ambasciatore Juan Pablo Cafiero erano inoltre presenti impiegati dell’ambasciata argentina presso la Santa Sede. Dall’Argentina, il segretario nazionale per il culto, Guillermo Oliveri, ha portato un dono graditissimo a Papa Francesco: la maglia della sua squadra del cuore, il San Lorenzo de Almagro. L’hanno spedita, con dedica, giocatori, dirigenti e tifosi. Dal giorno dell’elezione al centro della maglietta per le competizioni ufficiali, tra gli stemmi tradizionali del club, è comparsa anche l’immagine del Pontefice.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •