Ex Guardia Rossa cinese: «Chiedo scusa per i delitti commessi durante la Rivoluzione Culturale»