Google+

E di nuovo sarà dappertutto un biancofiore, simbol d’amore!

giugno 10, 2017 Pietrangelo Buttafuoco

Chi si piglia la francese, chi si piglia la spagnola ma non è francese, non è spagnolo il destino delle urne. C’è dunque l’eterno Ragna-Rock elettorale e tutto questo ritorno è tedesco

Torna la Prima Repubblica, torna la Balena bianca. Col sistema proporzionale si sveglia l’Italia dei campanili, delle distinte identità e dei territori il cui mare grande sarà il popolarismo dei vecchi fusti: da Ciriaco De Mita a Romano Prodi, da Rosy Bindi a Paolo Cirino Pomicino e sarà dappertutto un biancofiore, simbol d’amore!

Torna lo Scudo crociato, torna “libertas”. Per il Professore di Bologna, sempre profondo nelle sue analisi, nel Pd, per quel che gli riguarda, ci si sta con una tenda canadese, pronta a essere spostata laddove Matteo Renzi fa quel che vuole (e ciò che veramente vuole è starsene accucciato a Silvio Berlusconi). Per la Bindi, presidente della commissione nazionale antimafia, i democratici sono alla fine e Renzi, attuale leader del Pd, sta inseguendo solo la sua convenienza – ma no? – e non quella dell’Italia.

Chi si piglia la francese, chi si piglia la spagnola ma non è francese, non è spagnolo il destino delle urne. C’è dunque l’eterno Ragna-Rock elettorale e tutto questo ritorno è tedesco e Paolo Cirino Pomicino, richiamato in servizio da Ciriaco De Mita, giustamente si chiede: «Perché a Berlino non esiste un partito dal nome “Forza Germania”?». Già, perché?

Tutto si squaglia ma qualcosa quaglia. A Napoli, per ordine di Nusco, capitale della Magna Grecia nonché polis eterna della Balena bianca, sotto lo sguardo vigile di De Mita, si sono riuniti venerdì i democristiani d’antico pelo. Pregustano il ritorno dei bei tempi aggiornando – oltre ai combattenti e reduci, dunque oltre ai Lorenzo Cesa, Marco Follini e Bruno Tabacci – un vero e proprio tridente invincibile di moderati con Raffaele Fitto, Stefano Parisi e… Angelino Alfano. Il mai domo Giuseppe Alberto Falci, cronista numero uno, raccoglie per la Stampa una dichiarazione di Gerardo Bianco: «Il popolarismo ha un potenziale enorme ma servirebbe un Macron italiano». Ma il Macron italiano già c’è: è appunto Alfano ed è così proiettato verso il sicuro successo da averla avuta già cantata chiara, e in francese, dai suoi sostenitori per tramite di Gigi Proietti: «Nun me rompe er ca’!».

Testo tratto da “Il Salamino”, rubrica di Mix24, in onda su Radio 24

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Marbella (Spagna) – La Yamaha più venduta ha le forme essenziali ma non prive di fascino della MT-07. Lanciata nel 2014, ha inanellato record dopo record, totalizzando oltre 120.000 pezzi consegnati. L’Europa è il suo mercato d’elezione, ma anche gli Stati Uniti fanno la loro parte. A quattro anni dall’esordio, la MT-07 cambia più nella […]

L'articolo Prova Yamaha MT-07 my 2018 proviene da RED Live.

I primi dati e le foto ufficiali della wagon svedese. Che mira a diventare il nuovo punto di riferimento fra le familiari medie di lusso. Con un design senza fronzoli e tanta sicurezza. A Ginevra ne sapremo ancora di più

L'articolo Nuova Volvo V60 – la station che seduce proviene da RED Live.

Carburante artico e additivi specifici: ecco le soluzioni per scongiurare la formazione dei cristalli di paraffina ed evitare il congelamento del gasolio nelle giornate di grande gelo. Aggiungere benzina nel serbatoio? Una trovata ottima per cambiare motore!

L'articolo Come evitare il congelamento del gasolio proviene da RED Live.

Passano gli anni ma il tre cilindri della Triumph Speed Triple rimane una delle moto da bar tra le più gustose. Ha coppia e cavalli giusti, non è una moto rapida, ma ha un bell'avantreno e una ciclistica sportiva: 13.850 euro la S e 15.950 euro la RS

L'articolo Prova Triumph Speed Triple 1050 RS proviene da RED Live.

Botte piena e moglie ubriaca? I moderni pneumatici Sport Touring puntano a darvi di tutto un po’. Durata, miglior comportamento sul bagnato, e più efficacia nella guida “spigliata” sono i punti chiave su cui Michelin ha lavorato per il nuovo Road 5. Saranno riusciti nell’intento? Siamo andati in Spagna per verificarlo

L'articolo Prova Michelin Road 5 Sport – Touring per vocazione proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi