Google+

Come sono british questi inglesi in coda a Wimbledon

giugno 30, 1999 Perrone Roberto

Sport Uber Alles

The Queue. La Coda, con la C (la Q per chi chiama da Londra) maiuscola. Si dipana sui marciapiedi di Church Road, davanti ai Doherty Gates, le mitiche porte di Wimbledon. Quest’anno è particolarmente lunga, perché è un anno disparo, di quelli senza grandi avvenimenti, non c’è calcio, non ci sono le Olimpiadi e allora su Church Road sono aumentate le tende. È un fenomeno che noi italiani non potremmo immaginare, infatti di italiani ce ne sono pochi. Stare in coda per uno, due giorni e rispettive notti, con la tenda e il fornellino per, forse, riuscire a ottenere uno dei preziosi tagliandi per il torneo di tennis di Wimbledon, “the championships”, i campionati, come li chiamano qui. Quando arrivano i giornalisti con i loro pulmini comodi che superano tutti i controlli, non vengono guardati come dei fortunati e presi a pomodorate, ma rispettati perché vanno a fare il loro lavoro. Tutto questo rispetto (della coda, delle precedenze, dei ruoli) a volte suona un po’ falso. Però fa impressione. A Wimbledon i giornalisti non hanno scorciatoie per avere i biglietti, anche a pagamento. Se vuoi, puoi mettere il tuo nome in una riffa e partecipare all’estrazione. Quest’anno ho vinto il diritto a comprare un biglietto per la finale femminile. L’ho comprato e ora ce l’ho in tasca. È un piccolo tesoro. La prima tentazione è stata quella di andare fuori e regalarlo al primo che capita, la seconda di farmi bagarino e ottenere tre volte il suo valore. Finirò per rivenderlo allo stesso prezzo a qualcuno interessato all’avvenimento. Comunque mi sentirò molto benefattore.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.