Google+

Come pizzicammo i maestri dell’Economist

gennaio 26, 2000 Tempi

A settembre il prestigioso settimanale britannico pubblicò (in anteprima ed errata) l’annuale classifica mondiale sulla libertà economica ponendo l’Italia al 41esimo posto. Pochi giorni fa Il Corriere della Sera ha pubblicato la stessa classifica: sorpresa, l’Italia era al 31esimo posto. Ma nessuno, nemmeno al Corrierone (dove evidentemente non leggono l’Economist) si è accorto del singolare salto in classifica. Tutti tranne un piccolo settimanale italiano…

“Libertà economica: naufragio italo-tedesco”. Così titolava il Grafico della settimana pubblicato sul numero 40 di Tempi del 21-27 ottobre 1999. Si trattava della classifica sulla libertà economica nel mondo diffuso ogni anno dal Fraser Institute di Washington e anticipato dal settimanale britannico The Economist sul numero dell’11 settembre scorso che poneva l’Italia al 41esimo posto della classifica contro il 24esimo dell’anno precedente: – 17 posizioni, una disfatta. Mercoledì 12 gennaio il Corriere della Sera pubblicava lo stesso rapporto come annunciato il giorno precedente: stesso istituto, stesso anno, stessa classifica… ma l’Italia improvvisamente era al 31esimo posto. Come era possibile? E come mai il Corriere della Sera arrivava con tanto ritardo sulla notizia, per giunta modificata? Dopo qualche vana ricerca abbiamo rivolto l’interrogativo direttamente ai giornalisti dell’Economist che curarono la classifica pubblicata in settembre. Ed ecco la spiegazione.

“Il fatto è che The Economist è stato il primo giornale a pubblicare quei dati, a settembre, non appena elaborati. In seguito sono stati scoperti alcuni errori di calcolo perciò quelli che ritenevamo una classifica corretta, successivamente è stata invece modificata. Ci telefonarono poco tempo dopo la nostra pubblicazione per comunicarci che avevano scoperto un errore nella posizione di alcuni paesi e avrebbero corretto la classifica. Ecco perché noi davamo l’Italia a 41esimo posto e il Corriere oggi la pone, correttamente al 31esimo. Vorrei dire il contrario, ma temo proprio che il Corriere della Sera abbia il dato corretto e, probabilmente, noi quello sbagliato”. Thanks per la precisazione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.