Come arrivare in Sardegna

Guida semiseria per evitare l’ostacolo dei viaggi costosissimi e approdare, temerari e affaticati in Sardegna, per le meritate vacanze

“Quest’anno ho speso più di viaggio che di casa!” M.
“Avrei preso la casa a Isola Rossa, ma non so se verrò, visti i prezzi dei traghetti! Mi puoi dare qualche idea? E non mi parlare di passare dalla Corsica con 4 figli di cui 2 piccoli!” R.
Le considerazioni delle mie amiche mi hanno portato a suggerire, a chi volesse andare in Sardegna, alcune soluzioni.

Premessa: quest’anno i prezzi delle compagnie marittime sono anche  raddoppiati. Ho già scritto a questo proposito sul n. 10 di  Tempi.
Perché? Si chiede la mia fantasia malata di cospirazioni? Saranno le compagnie marittime che hanno fatto cartello, come da supposizioni delle varie denunce, sarà che si sono stancati del ritornello “la Tirrenia fallisce, la Tirrenia non fallisce, la Tirrenia….”, o sarà che preferiranno avere sull’isola solo veline ed imprenditori russi e venezuelani, o quelle elite che parlano in continuazione della loro “Altra Sardegna” che solo loro valorizzano? Boh.
Ma se questa è solo fantasia cospirativa, la realtà dei fatti è che più si è (leggi famiglie), e più si deve prevedere come budget la cospicua cifra del viaggio. Pur rimanendo gli affitti, in molte zone della Sardegna, minori rispetto a più zone d’Italia.

Che fare?
Se non si vuole adottare l’opzione Giovannino
A – Costruire una zattera. “Costeggiamo la Liguria, poi la Toscana, poi dalle isole davanti passiamo in Corsica e poi a S.Teresa. Guarda che non è tanto difficile!!”
E se non si vuole adottare l’opzione Elle.
B – Prendere lo yacht di un amico e trasformarlo in traghetto. Altrimenti detta opzione scafista, che l’amica R., di cui sopra, sostiene in pieno. E già dovreste avere un amico con yacht. Cosa ci vuole ad andare da Livorno o Civitavecchia a Palau, trasportando la gente avanti e indietro! I vari amici quest’anno, per poter venire, hanno optato per passare dalla Corsica! Anche chi l’ha sempre disdegnata considerandola uno “sbattimento”. Ma certi del nord, per raggiungere Sandalion, questo e altro farebbero. E tale Elle insiste sull’opzione B: “Guarda che non è difficile!!”
Tale padre, tale figlio!!

P.S. Per le decisamente più prosaiche, nonché realistiche, opzioni C e D, altrimenti dette “opzioni da gente con un livello di qualità della vita che deve perlomeno andare su un’isola per riprendersi”, altrimenti dette la difficoltà aguzza l’ingegno, potete guardare il mio blog.