Google+

Bruciata una moschea a Bangui: «È da sei mesi che noi musulmani siamo soggetti a violenze e distruzione»

maggio 30, 2014 Leone Grotti

Un gruppo di giovani, probabilmente cristiani, si è voluto vendicare dell’attacco letale alla chiesa cattolica Nostra Signora di Fatima. Terroristi jihadisti sarebbero ormai entrati in massa anche in Centrafrica

Un gruppo di giovani, probabilmente cristiani, si è voluto vendicare dell’attacco letale alla chiesa cattolica Nostra Signora di Fatima distruggendo ieri una delle ultime moschee di Bangui, capitale del Centrafrica. Non sono state riportate vittime, come riferito dal portavoce della sempre più esile comunità musulmana di Bangui, Ousmane Abakar: «È da sei mesi che siamo soggetti a violenza e distruzione ma non siamo stati noi ad attaccare la chiesa».

«TERRORISTI JIHADISTI INFILTRATI». Almeno 15 persone, tra cui un sacerdote, sono decedute quando uomini della coalizione islamica Seleka hanno lanciato una granata dentro il compound della Chiesa cattolica mercoledì scorso. Secondo fonti di Fides, oltre alle vittime, 42 persone sarebbero state rapite: per il momento non è chiaro se questi siano morti o ancora in vita.
Secondo l’arcivescovo della capitale Dieudonné Nzapalainga, gli assalitori non parlavano francese né sango, la lingua locale, ma l’inglese. Questo confermerebbe la preoccupante notizia riferita da fonti centrafricane a Fides, secondo cui «anche se le autorità fanno finta di ignorare il fatto, molti sanno che i terroristi jihadisti provenienti da Sudan e Nigeria si sono infiltrati nella Seleka e si trovano al PK5 (quartiere a maggioranza musulmano della capitale, ndr). Assimilando gli anti-balaka ai cristiani, i media occidentali hanno fornito a questi criminali un bel mezzo di propaganda».

VIOLENZE SENZA FINE. Il Centrafrica, che oggi è a «rischio genocidio», è in guerra  da oltre un anno, da quando nel marzo 2013 la coalizione di ribelli Seleka guidata da Djotodia ha deposto il presidente Bozizé. Sono seguiti otto mesi di violenze atroci e persecuzioni di cristiani. Dopo l’intervento della comunità internazionale, Djotodia è stato deposto ma milizie animiste e in minima parte cristiane, gli  anti-balaka, che significa “antidoto”, hanno cominciato a vendicarsi sui musulmani delle violenze ricevute. Oggi anche i Seleka si sono riorganizzati e gli scontri non sembrano avere fine.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.

La Casa di Noale propone due motorette brillanti ed economiche: sono le Aprilia RX e SX 125, una enduro, l’altra motard, entrambe vendute a 4.020 euro.

L'articolo Prova Aprilia RX e SX 125, per i nuovi 16enni proviene da RED Live.

Leggero, scattante, comodo. Il C400X dimostra ottime doti dinamiche ha un bel motore e, per primo, un sistema di connessione molto evoluto. Riuscirà a combattere contro i mostri sacri del segmento? Lo abbiamo provato per capirlo

L'articolo Prova BMW C 400 X <br> lo scooter che non ti aspetti proviene da RED Live.