Uno spettacolo irripetibile

ambasciata-mantova

Rubrica tratta dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Oggi vi portiamo a fare un’esperienza culinaria ai massimi livelli. Certo, vi costerà un po’ più della media, ma una volta nella vita va fatta, assolutamente. Vi stiamo invitando a fare un bel pranzo o una cena all’Ambasciata di Quistello (Mantova), uno dei ristoranti più riconoscibili e irripetibili che ci siano in Italia.

All’Ambasciata si va per uscire dalla quotidianità, per sentirsi un re, un Papa, un imperatore. Basta vedere l’ambiente: uno sfarzo barocco di quadri, tappeti, candele, argento, damaschi. Antitetico alle bizzarrie da design modernistico cui vorrebbero abituarci. Stesso discorso per la musica diffusa in sala, che va da Bach ai valzer della famiglia Strauss, passando per Mozart.
In questo teatro va in scena lo spettacolo di Romano Tamani (chef) e Francesco Tamani detto Carlo (maestro di sala), anfitrioni divertenti e popolari, ma anche professionalissimi. Vi porteranno il pane tipico di queste parti e il burro dell’Oltrepò Mantovano, oltre a una gran ciotola di croccanti ciccioli di maiale.

Dalla carta, scegliete il salame crudo molto stagionato (un vero prototipo del salame contadino mantovano); l’eccezionale frittata di cipolle “scarfuiade” con aceto rosa di Quistello, gradevolmente carica di Parmigiano locale (qui si produce); i boeri di carne cruda ripieni di robiola, vino cotto e miele. Per primo piatto, sono sublimi i tortelli di zucca, gioiosamente gonzagheschi e dolci; pazzeschi i tortellini ripieni di piccione stufato con Parmigiano di Quistello; da menzionare il risotto mantecato con limone del Garda e liquirizia Amarelli.

Di morbida, poetica ricchezza, tra i piatti forti, il guancialino brasato con Lambrusco mantovano e cioccolato extrabitter; imponente l’anatra croccante con salsa allo Sherry; un abbraccio materno è la lingua di bue con fagioli di Spagna. Per chiudere, un pazzesco zabaione, oppure la torta cosiddetta “delle rose”. Il tutto, annaffiato da una lista di vini sontuosa. Sontuoso anche il conto: circa 150 euro. Ma semel in anno…

Per informazioni
L’Ambasciata
Piazzetta Ambasciatori del Gusto, 1, Quistello (Mantova)
Tel. 0376618255 – 0376619169
www.ristorante-ambasciata.com
Chiuso domenica sera e tutto il lunedì

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •