Google+

Una cucina milanese che strappa applausi

luglio 3, 2017 Tommaso Farina

ristorante

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Ma che posto è questo? La caverna delle meraviglie? Eppure vi ci abbiamo già portato anni fa. Da Arlati, a Milano, zona Bicocca, se si guarda l’ambiente ci si aspetta il servizio di filet mignon, escargots, crèpes suzette: pare di essere a Parigi, nella sala di un night club di un certo tono. Statue, porcellane, sculture animalesche, quadri, fregi, moquette, imbottiture: se il mondo è un gran teatro, Arlati è praticamente il mondo che si guarda allo specchio.
Eppure, sotto una vernice tanto suggestiva e romantica, si cela qualcosa di non meno catturante: la poesia di una cucina milanese ottimamente realizzata. Del resto, nel 1936 Luigi e Modesta Arlati spadellavano per gli operai della Pirelli, e facevano le stesse cose che si mangiano oggi. Il loro figliolo Mario iniziò a baroccheggiare, decorando l’ambiente ma soprattutto ospitando rocker emergenti nella taverna sotterranea. Oggi con Leo, classe 1975, e la sorella Giorgia, siamo alla terza generazione, e senza cedimenti. Seduti alle comodissime tavole, eccoci un menù che parla milanese.

Antipasto: misto di salumi, nervetti, verdure all’aceto e paté di vitello, filologico, milanesissimo. Di primo, si va forte col risotto, in solitaria oppure sormontato da ossobuco o da rostin negàà. Ma il piatto strappa applausi è quello degli gnocchi di patate, fatti rigorosamente in casa, morbidi, irregolari e conditi con la salsa di pomodoro con le cipolle che fa pensare a quel che avrebbe fatto la bisnonna se solo l’avessi conosciuta.

Di gran classe anche i secondi. Se la costoletta (o cotoletta) alla milanese non vi piace battuta sottile, qui vi faranno ricredere: niente suola di scarpa, anzi una carne umorosa e di perfetta soddisfazione, non immiserita da perfette patate arrosto. C’è naturalmente anche dell’altro, ma qui citiamo solo le risultanze della nostra ultima visita. E tenete presente che in chiusura pasto ci si diverte col gelato di menta e liquirizia, dopo aver bevuto da una cantina rimarchevole. Considerate circa 50 euro a testa.

Per informazioni: Trattoria Arlati Via Alberto Nota, 47 – Milano Tel. 02.6433327 Chiuso sabato a pranzo e tutta la domenica

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Fervono i preparativi per la 10ª volta del raduno internazionale Ducati, una tre giorni in cui incontrare campioni, partecipare a contest, a corsi di guida e molto altro. Aperta la vendita dei biglietti

L'articolo World Ducati Week, 20-21-22 luglio 2018. Info e biglietti proviene da RED Live.

Trionfare alla Pikes Peak e riportare i riflettori sulla I.D. family, la gamma dei prototipi elettrici che ultimamente tiene banco nello stand Volkswagen durante i tutti principali Saloni. Sono queste le due missioni affidate alla strabiliante supercar I.D. R Pikes Peak, svelata nei giorni scorsi ad Alès, in Francia, città natale del leggendario Jacky Ickx. […]

L'articolo Volkswagen I.D. R Pikes Peak, un fulmine sulla vetta proviene da RED Live.

Non è usuale per Kawasaki variare sul tema a così poca distanza dal lancio di un nuovo modello, ma nel caso della Z900RS ha fatto uno strappo alla regola. La “colpa” è di Norikazu Matsumura – il designer che ha concepito la modern classic di casa Kawa -, che complice anche una certa insistenza della […]

L'articolo Prova Kawasaki Z900RS Cafe proviene da RED Live.

È l'outfit scelto dal campione Fabian Cancellara. Composto da maglia e salopette corta+ è disponibile a partire da 89,95 euro

L'articolo Gore C5 Optiline proviene da RED Live.

Costruito in Cina, non è solo mastodontico e pressoché indistruttibile, ma anche costosissimo. La meccanica è quella di un pick-up Ford mentre l'obiettivo è quello di conquistare i facoltosi petrolieri arabi o i magnati russi e cinesi

L'articolo Karlmann King <br> il SUV indistruttibile più caro del mondo proviene da RED Live.