Google+

Perché c’è bisogno di trattare la tv e i nuovi media come i medici trattano i malati

ottobre 10, 2016 Pippo Corigliano

tv-shutterstock_360211148

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – «Quasi nessuno si occupa dei contenuti dei programmi, cioè dei modelli di comportamento proposti dai teleschermi». Sono parole di Ettore Bernabei, un maestro. «Le facoltà universitarie di Scienze della comunicazione non possono preoccuparsi solo di laureare intellettuali esperti prevalentemente in storia del cinema e della tv. Devono approntare vere e proprie scuole di formazione professionale. Così come le facoltà di Medicina immettono nella società laureati capaci di guarire un malato, quelle di Scienze della comunicazione devono preparare professionisti attrezzati a diventare bravi sceneggiatori, validi registi, produttori di fiction, presentatori, giornalisti: tutti al servizio del pubblico, tutti impegnati a preparare una società più equilibrata».

Parole sante, in senso letterale. «Sulle macerie di una civiltà egoistica i giovani possono e devono diventare operatori di una cultura nuova, imperniata sull’altruismo, e sulla partecipazione di tutti, come oggi è possibile, avvalendosi dei nuovi mezzi di comunicazione». Per questo occorre una vita di intenso rapporto con Dio, praticando la confessione e la comunione, e poi preparazione, una cultura che dia sicurezza. In conclusione: «Bisogna avere il coraggio di abbandonare le ubriacature nichiliste del secolo scorso, di scendere dai trampoli della superbia individualista e con molta umiltà tornare a vivere secondo le regole del decalogo di Mosè e nello spirito delle Beatitudini predicate da Gesù nel discorso della montagna».

Foto tv da Shutterstock

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!
I commenti sono liberi. La redazione rimuoverà quelli offensivi.

1 Commenti

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.