Tic, tic, tic: il cd di Regione Lombardia

Qui bisogna fare qualcosa. Non ne posso più di questo sfascismo contro Formigoni e l’amministrazione della Regione Lombardia. In certi casi le parole non servono a niente.

Prendete, ad esempio, il pastore della chiesa anglicana di San Pietro nel Sussex. Per porre un argine alla crescente secolarizzazione questo parroco ha pensato bene di registrare il silenzio della chiesa, che poi non è mai silenzio assoluto, di metterlo su cd e di regalarlo ai suoi parrocchiani. La speranza è che a quei senzadio, ascoltando la pace delle navate, venga voglia di pregare.

Lasciamo perdere l’assurdo di ridurre la preghiera a un’atmosfera chill out, l’idea però può venir buona per noi.

Registriamo un cd con il rumore delle calcolatrici che fanno i conti della Regione Lombardia: tic, tic, tic una sanità efficiente e in pareggio; tic, tic, tic la dote scuola che fa risparmiare e garantisce libertà; tic, tic, tic le infrastrutture a tempo di record; tic, tic, tic. Mi fermo qui perché potremmo registrare ti, tic, tic per almeno un paio d’ore.

Poi regaliamo il cd a lorsignori e vediamo se la capiscono. Dite di no? Pensate che sia solo una questione di potere e non di buon governo? Forse avete ragione, del resto non mi pare che nel Sussex ci sia stata un’impennata della pratica religiosa.

Almeno però proviamoci. Io accendo il registratore: tic, tic, tic…

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •