Provocatorio e irruento, Maurizio Cattelan sbarca a New York

Maurizio Cattelan alla conquista del Guggenheim di New York. Il celebre museo americano dedica all’artista una retrospettiva site specific che raccoglie 130 opere dell’irriverente maestro dell’iperrealismo contemporaneo

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Si intitola All e sarà visibile dal 4 novembre al 22 gennaio 2012 presso il Guggenheim Museum di New York la grande retrospettiva dedicata a Maurizio Cattelan che consacra definitivamente il provocatorio artista italiano sul panorama internazionale. Personaggio ironico e burlone, Cattelan è un tragico poeta dei nostri tempi che ha creato alcune tra le piu indimenticabili immagini dell’arte contemporanea come il celeberrimo dito medio alzato davanti il palazzo della Borsa a Milano, la scritta Hollywood sistemata sopra una discarica vicino Palermo e Giovanni Paolo II colpito da una meteorite. La retrospettiva newyorkese espone la bellezza di 130 opere gentilmente prestate da collezioni pubbliche e private realizzate dall’artista dagli anni ’80 ad oggi.

 

Le fonti su cui si basa Cattelan per dar vita alle sue creazioni provengono dalla cultura popolare, dalla storia e dalla religione e consentono a chi le osserva di meditare sulla propria esistenza in modo umoristico e profondo. Lo stile dell’artista, definito iperrealista, viene sublimato dalle sue sculture che riproducono l’essere umano in modo sconvolgentemente veritiero. Le installazioni, all’interno delle quali sono collocate queste plastiche presenze, sono sempre originali e rivelano le contraddizioni di fondo della società moderna. Per la mostra newyorkese Cattelan ha creato una suggestiva installazione site specific nella rotonda del Museo che incapsula alla perfezione la sua completa produzione. In contemporanea con la retrospettiva la casa editrice Skira ha presentato la prima e definitiva monografia dell’artista che riprende lo stesso titolo della mostra, mentre la Rizzoli edita il libro Maurizio Cattelan. Un salto nel vuoto. La mia vita fuori dalle cornici

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •