Google+

Proposta sine talio del direttore: Mantovano alla guida di Tempi

novembre 10, 2017 Alessandro Giuli

tempi-settimanale

Pubblichiamo la rubrica delle “lettere al direttore” contenuta in Tempi n. 21. Per scrivere ad Alessandro Giuli: direttore.giuli@tempi.it

Benedette, e finalmente!, le parole di Mantovano: «La pena, prima di essere riabilitazione, è anzitutto retribuzione» (cfr Tempi n. 40). Dal latino re-tribuere, rendere, restituire, ritornare. Di nobili origini anche l’inglese retaliation in kind (ritorsione della stessa natura, occhio per occhio) dal latino talis, siffatto, conforme e poi talio, taglione o pena del taglione. Cicerone usa addirittura le due parole sine talio, cioè senza pena siffatta o conforme al crimine, per indicare un crimine o un criminale impunito. Senza scandalizzarsi se qualcuno usa il termine “vendetta di Stato”. E senza doversene vergognare. O almeno non più di quanto debbano fare coloro che vogliono impedire a tutti i costi che si tocchi Caino, dimenticando che è esistito anche un certo Abele.
[Paolo Luchessa Milano]

Ogni settimana lo leggo e poi dico ai miei redattori che vorrei tanto Mantovano alla direzione di Tempi.

Leggo solo ora i commenti di Tempi a proposito dello scandalo dei concorsi universitari truccati e sono francamente deluso. Mi spiace, ma non avete proprio colto il punto. Non solo non posso accettare la morale secondo cui “si è sempre fatto così, dunque che c’è di male?”. Ma il punto in ballo è: non si tratta né di giustizialismo né di “è normale che uno favorisca i suoi allievi migliori”. Magari fosse così! Nelle università italiane (e non solo italiane, peraltro) si mandano avanti i mediocri, solo per garantire la porzioncina di potere del loro “maestro” che così non finirà nell’ombra. Ma poi, per quanto riguarda le facoltà umanistiche, è in atto una continua censura ideologica: chi è etichettato (anche senza suo merito) come “cattolico”, “di destra” e così via viene regolarmente emarginato e gli vengono preclusi dottorati, assegni di ricerca eccetera. L’esperienza della cosiddetta “abilitazione scientifica nazionale” è rivelatrice: io stesso potrei dimostrarvelo in base all’esperienza mia e di altri nel settore a cui ho partecipato. Se poi a voi non interessa che persone veramente di valore vengano umiliate (umanamente e professionalmente, impedendo loro di lavorare proficuamente) perché serie e coerenti e se a voi la censura ideologica “di sinistra” va bene, se vi sembra normale, allora ditelo pure apertamente. E condannatevi all’irrilevanza.
[Luca Pignataro via internet]

Tutti detestiamo i trucchi! Uno di questi è il valore legale del titolo di studio.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Permette di registrare tragitti, monitorare lo stato del manto stradale, analizzare e condividere con altri appassionati informazioni e dati. Si scarica gratuitamente da Apple Store e Google Play

L'articolo Sicurezza in moto? Arriva Moto App proviene da RED Live.

La coupé dei quattro anelli festeggia il compleanno con un restyling lieve, che porta in dote più potenza e una dotazione arricchita

L'articolo Audi TT 2018, il restyling per i 20 anni proviene da RED Live.

La Renault Scenic porta al debutto la nuova motorizzazione 1.3 Tce in configurazione da 140 e 160 cv. Un quattro cilindri Tutbo benzina molto evoluto che vuole fare le scarpe al Diesel

L'articolo Prova Renault Scenic 1.3 TCe 140 e 160 cv proviene da RED Live.

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.