Primum vivere, deinde bunga bunga

Per Berlusconi primum vivere, deinde bunga bunga. Per Fini primum infangare, deinde straparlare. Per Susanna Camusso la patrimoniale non colpisce i lavoratori. Diliberto fissa il prezzo dei comunisti. Balotelli si dimentica di fare la spesa. Le orazioni dai quotidiani di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

BAMBOCCIONI. «Prof, ma sono adulti o bambini?».
Titolo di Avvenire sulle reazioni di ragazzi di terza media che erano in Parlamento mentre gli onorevoli si azzuffavano.

PRIMUM VIVERE.
«Primum vivere…». A chi gli ha fatto notare la mole degli impegni che ieri il suo governo ha assunto con le istituzioni comunitarie, pronte a rinfacciare omissioni e ritardi nei mesi venturi, il Cavaliere ha opposto prima di partire per Bruxelles il pragmatico motto latino.
Marco Galluzzo, Corriere della Sera

DEINDE BUNGA BUNGA. I ventisette leader della Ue sono riuniti per salvare l’euro (…) ma Berlusconi parla d’altro. Se la prende con i media «che ribaltano la realtà» e con i giudici «che inventano accuse ingiuste sul bunga bunga». (…) Tra l’imbarazzo generale è il presidente Hermann Van Rompuy che trova le parole giuste: «Caro Silvio, stai tranquillo, nelle conclusioni del vertice non ci sarà alcun riferimento al bunga bunga».
Alberto D’Argenio, la Repubblica

PRIMUM INFANGARE. Era dall’inizio di «Ballarò» che Gianfranco Fini cercava l’«acuto», ma non lo trovava. E così, quando mancavano pochi minuti alla conclusione della trasmissione, il presidente della Camera si è prodotto in un «numero» sulle pensioni di anzianità: «Magari non tutti sanno che esistono casi da manuale, c’è un’insegnante andata in pensione a 39 anni: quella signora è la moglie dell’onorevole Bossi».
Gianfranco Fini a Ballarò, la Stampa

DEINDE STRAPARLARE. Il «libro dei sogni» di un premier che non fa più sognare. Il manifesto di politica economica di un governo che non può più governare.
Massimo Giannini, la Repubblica

I LAVORATORI BUONI. Non ne posso più di questo uso strumentale delle riforme impopolari: se ne fanno da tre anni e tutte pesano sulle spalle dei lavoratori.
Susanna Camusso, intervistata dalla Repubblica

I LAVORATORI CATTIVI. Mi aspetto una riforma impopolare che introduca la patrimoniale e che scontenti qualcun altro.
Susanna Camusso, intervistata dalla Repubblica

GIA’ STUFI DI LAVORARE? Noi siamo pronti a proporre a tutti una mobilitazione unitaria.
Susanna Camusso, intervistata dalla Repubblica

TUTTO HA UN PREZZO. Diliberto: per 10 seggi voteremo sempre la fiducia.
Titolo del Fatto quotidiano

IL FASCIO QUOTIDIANO. L’altro giorno, tornando in Italia con le risate di Merkel e Sarkozy appiccicate addosso, B. sa di avere solo tre giorni per convincere l’Europa sullo sviluppo. E qual è il suo primo pensiero? Infilare nell’apposito decreto un codicillo che gli permetta di lasciare in eredità gran parte del suo patrimonio ai due figli di primo letto, fottendo gli altri tre e Veronica.
Marco Travaglio, il Fatto quotidiano

COME QUESTE DICHIARAZIONI. «Potrei fare il musicista di nicchia, ma la mia sfida è un’altra ed è più difficile: scrivere canzoni pop, per tutti, ma non scontate».
Raf intervistato dal Corriere della Sera

CATTIVE COMPAGNIE. «Adesso peso 119 chili, qualcosa in più rispetto ai 115-118 che pesavo prima di essere arrestato. Ma dovrei scendere. Lele, per esempio in due mesi ha perso una ventina di chili». Lele chi? «Lele Mora, il mio buon vicino di cella».
Olindo Romano intervistato da Bruno Vespa, riportato dal Corriere della Sera

PREMIO CHISSENEFREGA. Dopo cinque ore di apnea in un grande centro commerciale, Balotelli è tornato a casa seguito da un camioncino con tutti gli acquisti, ma dell’elenco della spesa di mamma nemmeno l’ombra. «Mi sono dimenticato», ha detto lui per cercare di contenere la furia materna.
Trafiletto del Corriere della sera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •