Nobuyuki Tsujii, il pianista che vale la pena di ascoltare

Esistono storie che sorprendono, commuovono anche, ma lasciano un ricordo vago o svaniscono nel nulla dopo poco. Altre invece segnano indelebilmente il corso della vita. Questo mi è successo nell’”incontro” con il pianista Nobuyuki Tsujii.

Leggevo uno splendido pezzo di Attilio Piovano su ilcorrieremusicale.it che recensiva il concerto a Torino del pianista giapponese. Non ho letto subito il testo perché incuriosito dal video allegato che ho aperto celermente. Confesso non conoscevo questo prodigio: Nobuyuki Tsujii, cieco dalla nascita, classe 1988, bambino prodigio (ha iniziato a suonare all’età di 2 anni), primo premio ex-equo al celeberrimo concorso Van Clibur, ha talento, musicalità e carattere da impallidire. Ascoltare le sue esecuzioni su youtube e vederlo ondeggiare con testa e busto suonando con veemenza e senza alcuna sbavatura è un’esperienza di bellezza unica. Non serve aggiungere altro. Vi consiglio solo di ascoltare. Qui di seguito un piccolo assaggio.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •