Nel circo francese, Sarkozy è il cowboy: il buono, il brutto o il cattivo?

Alle elezioni francesi, Pierrot va al ballottaggio. Pier Luigi Bersani vuole annusare il vento che arriva da Francia e Germania.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

CIRCO ONFRAY. Il primo turno è un grande circo nel corso del quale ci sono spettacoli di orsi, incantatori di serpenti, domatori di leoni.
Michel Onfray sulle elezioni presidenziali francesi, Corriere della Sera

PIERROT AL BALLOTTAGGIO. Il secondo è un numero di clown tristi.
Michel Onfray, Corriere della Sera

BAGUETTE WESTERN. (Sarkozy, ndr) entra nell’arena con passo caracollante da cowboy.
Aldo Cazzullo sulle elezioni presidenziali francesi, Corriere della Sera

IL BENE VINCE. Sarkozy punterà ancora una volta sulla paura, ma io rimetterò in piedi la Francia e lo farò con giustizia.
François Hollande, Corriere della Sera

SAPESSE COSA MANGIANO LASSÙ. Lei crede al vecchio slogan per cui quando gira il vento in un Paese del Vecchio continente, quel vento arriva anche in Italia? «Sì, ci credo. Il voto francese, quello dei land tedeschi e le prossime amministrative italiane possono segnare un mutamento delle opinioni».
Pier Luigi Bersani intervistato da Goffredo De Marchis, la Repubblica

DEVO RISPONDERE? Secondo Montezemolo chi tifa Hollande, come lei, gioca in difesa. «È una teoria stucchevole. È la teoria per cui se un partito si chiama socialista o socialdemocratico è arretrato, appartiene al secolo scorso. Ma sono tutti imbecilli quelli che vivono in Francia o in Germania?».
Pier Luigi Bersani intervistato da Goffredo De Marchis, la Repubblica

INSOMMA SÌ. Lei pensa di restare in politica dopo questa esperienza di governo? «(…) Dopo il 2013 penso di tornare a fare quello che ho sempre fatto. Anche se non archivio la voglia di dare un contributo pensato alla crescita della cultura politica di questo paese».
Andrea Riccardi, ministro della cooperazione intervistato da Carmelo Lopapa

LE PALLE? «Appena ti lasci alle spalle il confine di Chiasso, i costi si abbattono del venti per cento e ti sei levato dalle palle la peggior burocrazia del mondo». Questo è il vero tesoro perduto dalla Lega, altro che i diamanti.
Curzio Maltese racconta “da dentro” lo stato del Carroccio, la Repubblica

COME IL FEMORE. Per tanti anziani il Viagra è un rischio.
Carlo Vergani, Corriere della Sera

EH GIÀ. Un tempo il dialetto rappresentava la lingua parlata, oggi si accontenta di una piccola parte.
Armando Torno, Corriere della Sera Milano

LA SAUDADE AL POTERE. Infine, la scoperta che la vita non può essere che un compromesso tra desideri e necessità.
Carlo Buttaroni, l’Unità

YUHUUU! 103 è anche un «numero felice», il che significa che la somma dei quadrati delle sue cifre dà uno.
Chiara Valerio sul 103esimo compleanno di Rita Levi Montalcini, l’Unità

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •