«A Napoli voto di scambio». Così Grillo si congratula con l’amico De Magistris

In Campania l’ex pm affossa la lista dell’ex comico, che la prende sportivamente. La Santanché non si sente né falco né colomba: che volatile sarà? In Toscana il Rinascimento è gay friendly. Le orazioni dai quotidiani di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

TU QUOQUE MAMMINA? Il risultato più clamoroso arriva però da Latina e dal progetto del “fasciocomunismo” dello scrittore Antonio Pennacchi. Urso è sconsolato: «A Latina Fli allo 0,87. Nemmeno i parenti…».
Francesco Cramer, il Giornale

UN IMPEGNO CONCRETO. Il direttore del Futurista è costretto a scherzarci sopra: «Sto cercando disperatamente i sei elettori che mi hanno votato a Latina. Li voglio ringraziare personalmente!».
Caterina Perniconi, il Fatto quotidiano

GRANDI ASPIRAZIONI. Il presidente della Camera spiega ai suoi che «il dato politico di rilievo è aver contribuito alla crisi del blocco berlusconiano».
Carmelo Lopapa, la Repubblica

GRAZIOSA METAFORA. Diciamo che oggi Milano sta a Berlusconi come la suite del Sofitel sta a Strauss-Kahn, ma con una graziosa variante. Che è toccato a lui vestire i panni della cameriera.
Pino Corrias, il Fatto quotidiano

CONQUISTE CIVILI. Fli e Udc resistono alle avance, elettori verso la libertà di voto.
Titolo della Repubblica Milano

SOLO CHE NON È VERO. L’unica zona di Milano nella quale Moratti ha superato Pisapia è quel centro storico che la destra populista dipinge come il covo della “gauche caviar”, l’odiata schiera dei ricchi di sinistra. (…) Tra i bei palazzi e gli struggenti giardini interni dove abita la Milano abbiente, la destra ha sempre vinto, e ancora vince.
Michele Serra, la Repubblica

NEANCHE UN’AQUILA. Non sono un falco. Ma neppure un piccione.
Daniela Santanché intervistata dal Corriere della Sera

AMICI COME PRIMA. C’è un’unica pecca nel cursus honorum (dei grillini, ndr), il caso Napoli: «Lì non ce l’abbiamo fatta, ma sappiamo il perché». La colpa è «di ex amici e rete che non c’è, voto di scambio».
Beppe Grillo contro Luigi De Magistris, la Repubblica

OBIETTIVO INTERTOTO. Un Pd a metà, «tra Bettega e Del Piero». Bersani usa un paragone calcistico per delineare il ruolo che il Pd si darà nelle alleanze: una sorta di regista, ma con il guizzo del gol.
La Repubblica

(METODO BOFFO). Il premier sarebbe davvero stufo del metodo Boffo. E così ieri ci sarebbe stato un tremendo “cazziatone” al direttore del Giornale (è circolata la voce che Sallusti avrebbe avuto persino un malore).
Fabrizio D’Esposito e Sara Nicoli, il Fatto quotidiano

E TE NE VANTI PURE. «Satana sia con te» lo avevamo sentito solo nei film porno e nei peggiori libelli anticlericali.
Francesco Merlo, la Repubblica

IL NUCLEANGOLO NO. Per i referendum si è schierato anche Renato Zero.
Il Fatto quotidiano

OUTING. La Toscana diventa così la prima regione in Italia a dotarsi di una sezione dedicata al turismo lgbt sul suo sito ufficiale. (…) «Il Rinascimento toscano fu un periodo di grande liberalità per i gay e le lesbiche toscane, ad iniziare dai “grandi” omosessuali come Michelangelo, Leonardo e Machiavelli».
Federico Mello, il Fatto quotidiano

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •