Chi vuol mangiare bene il pesce a Lignano sa che deve venire qui

ristorante-bidin-lignano-foto-tommaso-farina-1

Pubblichiamo la rubrica di Tommaso Farina contenuta nel numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti)

Il baccalà in onore della mamma. È un po’ questo, l’amorevole riassunto dell’operato dei fratelli Bidin, Marino e Luigino, due piccoli guru della ristorazione di Lignano Sabbiadoro (Udine), il principale centro balneare del Friuli. Dal 1980, dunque trentasei anni, chi vuol mangiare bene il pesce a Lignano sa che deve venire qui, dai Bidin.

I due fratelli acquisirono la passione di cucinare dalla mitica mamma Jole, fino a non molti anni fa presenza costante in queste sale eleganti, spaziose, rese più ariose dalle verande richiudibili e praticabili, molto ma molto riposanti e accoglienti. Nel vestibolo c’è lo spazio “Osteria-Enoiteca” (con la “i”, in friulano si dice così) ove sgranocchiare qualcosa e concedersi un bicchiere, secondo l’appagante usanza locale. Indi, si entra al ristorante vero e proprio. Anche se oggi non è più in uso, è possibile individuare, nella cucina visibilissima, l’antico “fogolar” della tradizione friulana, che ha ceduto il passo a un pesce leggero e ben interpretato.

D’antipasto, il classico power-combo di cappesante, schie (microgamberetti) e canestrelli può essere alternato col guazzetto di moscardino o con una discreta scelta di pesci crudi.

Sui primi piatti, planiamo di fronte ai melodiosi spaghetti aglio, olio, peperoncino e canoce (cicale di mare), perfetti; sulla zuppa di branzino; sulle tagliatelle al ragù bianco fatto alla maniera della mamma Jole.

ristorante-bidin-lignano-foto-tommaso-farina-3Intitolato all’amata madre, come si diceva, è anche un memorabile baccalà, fatto “andare” lentamente in un umido bianco vagamente veneto: da non perdere, la sua delicatezza si offre con pigra tentazione. In alternativa, il fritto di zucchine, calamari e scampi; l’ombrina con crema di patate e finocchio; il rombo al forno; il pescato del giorno.

Si chiude con dolci affidabilissimi e accompagnabili con un bel calice di vino da dessert, da scegliere in una cantina assai ricca e ancor meglio presentata. Il conto sarà di circa 60 euro. È aperto tutto l’anno, non soltanto nei caldi mesi della calca estiva.

Per informazioni
Bidin
ristorantebidin.com
Viale Europa, 1 – Lignano Sabbiadoro (Ud)
Tel. 043171988
Chiuso il mercoledì

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •