Libia: guerra o non guerra? Panebianco vs Napolitano

Le ceneri di Kurt Cobain da sniffare, le priorità di Antonio Di Pietro, la guerra di Angelo Panebianco e la non guerra di Giorgio Napolitano. Le orazioni di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
CENERI. Secondo Neil Strauss, autore di un volume sugli eccessi di alcune star, Courtney Love una volta gli offrì un pizzico di ceneri di Kurt Cobain da sniffare, cosa che lei aveva probabilmente già fatto in passato. In questo caso non sarebbe la prima: anche Keith Richards confessò di aver sniffato le ceneri di suo padre.
Tgcom

TRANFAGLIA COME BONDI. Di Pietro mi ha risposto che la cultura non era una priorità.
Nicola Tranfaglia contro Antonio Di Pietro, corriere.it

O COME RUBY? Ho in questo telefono un sms del buon Nicola Tranfaglia, a cui voglio bene e a cui rinnovo stima e affetto. Fino all’altro ieri mi diceva «senti, rinnovami il contratto» perché lui aveva un regolare contratto «perché altrimenti se non me lo rinnovi faccio un articolo in cui dico male di te».
Antonio Di Pietro risponde a Nicola Tranfaglia, corriere.it

SIAMO IN GUERRA. Anche se l’opinione pubblica, forse, non lo ha ancora pienamente realizzato, siamo in guerra.
Angelo Panebianco, Corriere della Sera

NON SIAMO IN GUERRA. Non siamo entrati in guerra, siamo impegnati in un’azione autorizzata dal Consiglio di sicurezza dell’Onu.
Giorgio Napolitano, Corriere della Sera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •