La trattoria che smentisce i luoghi comuni sui liguri

cucina

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Tanti, tanti luoghi comuni tocca ascoltare sui popoli italiani. Per esempio, quello sui liguri poco cordiali e attenti solo al portafogli del turista, magari milanese che, accidenti a lui, si precipita a sporcare il loro mare con la sua sola presenza. Come in tutti i luoghi comuni, anche in quest’ultimo non manca un fondo di verità. Tuttavia, è ancora più bello essere smentiti coi fatti.

A Lavagna (Genova), il paesino marittimo che il dantesco fiume Entella separa da Chiavari, c’è una trattoria dove della ruvidezza ligure non c’è traccia: si chiama U Pescou, e se ne sta sotto i portici del centro, a pochi passi dalla basilica di Santo Stefano.

Il “pescou”, nel dialetto locale, è il pescatore: in queste salette, che d’estate si fanno ancor più apprezzare grazie a un pergolato dominato da un rigoglioso glicine, va in scena la cucina ligure di mare e di terra, a prezzi più che onesti.
Messi a proprio agio dal ruspante titolare e dalle sportivissime ragazze del servizio, preparatevi a bere acqua e vino dai proverbiali “gotti”, e a partire, per esempio, con le panissette fritte, quelle di cui tempo fa già raccontammo: decisamente ghiotte, una tira l’altra. Stesso discorso per le frittelle di baccalà, da libro dei ricordi. In alternativa, le classiche torte genovesi di verdure; le gaggette (piccoli cavoli cappucci tipici di Lavagna) ripiene; l’antipasto di mare.

Per primo, una pasta col pesce, tipo spaghetti ai frutti di mare, o gnocchetti con gamberi e carciofi. Per la cucina di terra, gli inevitabili pansoti con salsa di noci; i ravioli al tocco (al sugo); gli indimenticabili mandilli (fazzoletti) di farina di castagne, conditi con un pesto profumatissimo: del resto, anche Paolo Villaggio ricordava che tratto distintivo del mangiare ligure è il bouquet, il profumo.

Per pietanza, il pesce alla ligure; il fritto misto del golfo; le acciughe impanate.

E di dolce, un tiramisù o una panna cotta col cioccolato. Piccola scelta di vini giusti. E piccolo conto: circa 40 euro a testa.
Abbasso i luoghi comuni.

Trattoria U Pescou, Via Dante, 70 – Lavagna (Genova). Tel. 0185.392727. Chiuso il mercoledì

Contenuti correlati

Video

Lettere al direttore

Foto

Welcome Back!

Login to your account below

Create New Account!

Fill the forms bellow to register

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Add New Playlist