La nuova battaglia tra video e stampa

Due sedi espositive, a Bolzano e a Firenze, ospitano il progetto complementare dell’artista olandese Rob Johannesma che, per la prima volta in Italia, ci racconta attraverso il classico concetto di luci e ombre, la nuova battaglia tra video e stampa

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Due sedi ospitanti insolite per una mostra molto originale: questo è il caso del progetto espositivo “World-Wielding” dell’artista olandese Rob Johannesma (1970) che sarà presentato al pubblico dal 27 gennaio fino al 17 marzo 2012 nel Ar/ge Kunst di Bolzano e dal 4 febbraio al 4 aprile 2012 nella cripta del Museo Marino Marini di Firenze. La prima sarà un’antologia del lavoro dell’artista dal 1997 al 2011 con due opere video e una raccolta di pagine di giornale che rappresentano l’idea stessa che sta alla base della creazione dell’opera d’arte, la seconda una mostra personale scandita da alcuni lavori video eseguiti tra il 1998 e il 2011 e un monumentale collage fotografico dove le immagini dei quotidiani instaurano un dialogo con le raffigurazioni  della tradizione pittorica del rinascimento nordico, fiammingo, olandese e tedesco.

Tutto ruota attorno alle immagini in questo doppio appuntamento dominato dal tema della luce e delle alternanze tra luce e buio, create dai video dove è centrale anche il processo di creazione delle immagini nei nuovi media e il modo stesso in cui il nostro occhio, manipolato dagli attributi della contemporaneità, le percepiscono. Due sedi complementari che ci mettono di fronte all’eterna battaglia tra luce e ombre e a quella tra video e stampa.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •