In questi giorni di Meeting mi chiedo: ma non sarà che stiamo vivendo dentro a un film?

Se arriverete in fondo a queste righe, vi potreste fare l’opinione che io sia, a dispetto della mia età, solo un ragazzino ingenuo che non ha capito nulla di come vanno le cose. Non posso darvi torto, visto che solo ieri ho scoperto che Babbo Natale non esiste.

Resta però il fatto che non riesco ad abituarmi, in questi giorni di Meeting di Rimini, a quanto il mondo ci abbia in odio.

Il Meeting è uno degli eventi più puliti, aperti e interessanti che esistano in Italia eppure, anche davanti a questa straordinaria positività, si scatena la censura, il travisamento, la menzogna.

Niente di nuovo, direte voi. Sarà, ma a me par di vivere il dramma del film “Mission” dove una evidente realtà di bene viene sacrificata a incomprensibili interessi.

Io non so se sia meglio combattere al massimo delle proprie possibilità o mettersi in processione dietro il Santissimo. Prima di decidere tra spada e ostensorio sarà meglio che comprenda bene quanto sia radicale l’ostilità del mondo alla fede. Magari è la volta buona che cresco anche io e scopro la verità sulla Befana.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •