Il gioco dei collezionisti in scena al Museo Marino Marini di Firenze

Parola d’ordine collezionare. In privato, naturalmente. La raccolta di opere d’arte come espressione di un piacere legato all’intimità della propria casa/galleria è il punto di partenza della mostra intitolata The Player. Viaggio nelle passioni contemporanee, che ha appena aperto i battenti al Museo Marino Marini di Firenze. Figura centrale dell’intera retrospettiva è quella del collezionista, che diventa il trait d’union tra la dimensione privata, protetta del proprio studio e quella pubblica dei visitatori, che grazie alla sua scelta espositiva, possono intraprendere un viaggio verso un percorso predefinito.

Aperta fino al 6 aprile 2013, l’evento sollecita il visitatore a creare un proprio percorso di lettura tra le diverse storie narrate, giocando con i vari elementi mitografici, viaggiando con la mente, cercando sempre qualcosa di nuovo e intrigante, come fanno i collezionisti stessi, che grazie al loro intuito alimentano quotidianamentela loro passione e la loro conoscenza dell’arte e degli artisti.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •