Per il Fatto quotidiano Bersani deve esultare ma in silenzio

I dirigenti del centrosinistra non devono aprire bocca. Prodi festeggia con Bersani il ritorno all’Ulivo. Anche il Terzo polo fa festa. Sandro Bondi fa i complimenti a Silvio Berlusconi. Queste e altre orazioni dai quotidiani di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SPAZZATURA. Sul piano istituzionale, a Napoli, la situazione è certamente molto inquinata ed ebbi anche occasione di dirlo.
Mario Martone, intervistato da Massimo Stella, il Manifesto

W GLI ITALIANI. C’è un momento in cui persino un Paese che sembrava lobotomizzato dal pensiero unico proprietario riscopre che si può parlare senza aggredire, insultare, senza la bava alla bocca.
Antonio Padellaro, il Fatto quotidiano

BERSANI, ACQUA IN BOCCA. Cosa debbono fare i dirigenti del centrosinistra è perciò presto detto: mai interrompere un’emozione, spiegò un ex segretario Pd, il cui recente silenzio ha certamente contribuito al trionfo di ieri. Ecco, non devono fare un bel nulla. Soprattutto non devono aprire bocca.
Paolo Flores d’Arcais, il Fatto quotidiano

E CITTADINI. «La mia giunta – scandisce il primo cittadino – non dovrà dar conto a nessuno se non a idealità e convinzioni».
Luigi De Magistris, l’Unità

NO. «In questo momento abbiamo una maggioranza parlamentare che non è più quella uscita dalle elezioni politiche, questo voto ci dice che il centrodestra non ha più il consenso della maggioranza degli italiani, il governo è palesemente paralizzato mentre i problemi incombono. Ce n’è abbastanza o no per dimettersi?».
Pier Luigi Bersani, l’Unità

RAMO D’ULIVO. Il Professore (Prodi, ndr) arriva a sorpresa al Pantheon, sale sul palco per abbracciare il leader del Pd mentre sta parlando, e poi rimane al suo fianco durante il resto dell’intervento. Quando scende, i giornalisti gli domandano se secondo lui può essere Bersani a prendere il suo testimone e guidare il centrosinistra. E l’ex premier: «Lo sta già guidando».
Romano Prodi, l’Unità

L’IMPORTANTE E’ CREDERCI. «Noi siamo stati determinanti in tutta Italia».
Lorenzo Cesa segretario dell’Udc, parla in nome del Terzo polo, la Repubblica

BONDI NON SI SMENTISCE MAI. “Abbiamo perso e mi dimetto ma il Cavaliere non ha colpe, con lui siamo il primo partito”.
Le parole di Sandro Bondi in un titolo della Repubblica

E POI SI APRE IL CALCIOMERCATO «Anche il Milan ogni tanto perde e poi vince».
Le parole di Berlusconi dopo la sconfitta alle amministrative, Corriere della Sera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •