Gad Lerner esalta il Pd, Prodi, l’Ulivo. Si dimentica solo di Mps e Bassolino in Campania

A VENTICÈ. Un vento riformista sulla regione corrotta.
Titolo del commento di Gad Lerner sulle elezioni in Lombardia, la Repubblica

UNA BANCA RIFORMISTA SUL MERCATO CORROTTO
«Così Mps ha manipolato il mercato». Il rapporto Consob ai pm di Siena: ecco le bugie dei vertici della banca per truffare gli investitori.
Titolo e occhiello in prima pagina sulla Repubblica

PRIMA ANCORA, ANTONVENETA
Prima Milano, poi la Lombardia e l’Italia. Eccola la scalata a cui punta il centrosinistra.
Alessia Gallione Matteo Pucciarelli raccontano il comizio di Pier Luigi Bersani a Milano, la Repubblica

DOPO LA CAMPANIA DI BASSOLINO
È una felice rivincita della storia quella per cui Milano si riscopre oggi capitale del nuovo centrosinistra che si candida autorevolmente al governo del paese. Milano motore di un cambiamento che non poteva avviarsi se non qui.
Gad Lernerla Repubblica

VUOI METTERE CON IL SISTEMA SIENA?
Berlusconi riuscì a federarvi (a Milano, ndr) i suoi clan affaristici col populismo leghista e un’imprenditorialità di matrice cattolica votata al profitto.
Gad Lernerla Repubblica

IN PREZIOSA CONTINUITÀ CON L’UNIONE
La presenza sul palco milanese di Romano Prodi, cioè della personalità che ha tenuto insieme le diverse anime del riformismo italiano negli anni in cui l’Ulivo contrapponeva una visione europeista all’offensiva berlusconiana, ha riannodato un prezioso filo di continuità.
Gad Lernerla Repubblica

SENZA DIMENTICARE CARUSO, DILIBERTO, DI PIETRO
Nelle istituzioni italiane e comunitarie il centrosinistra ha espresso già nel passato un’autorevolezza di governo contraddistinta da figure come lo stesso Prodi, Ciampi, Padoa-Schioppa, Amato, che oggi ne rappresentano le credenziali di fronte alla comunità internazionale.
Gad Lernerla Repubblica

ABBIAMO UNA REGIONE
La società milanese e lombarda si è impoverita, è percorsa da legittimi fremiti di collera, ma al suo interno è maturata un’alternativa che da ieri è in grado di proporsi come legittimo progetto di governo nazionale.
Gad Lernerla Repubblica

CI MANCAVA LA PREDICA DI DON ELIO
Dannati forever, l’altra proposta, aveva un gancio formidabile con l’attualità, le dimissioni del Papa. Avete avuto la tentazione di forzare la mano durante l’esecuzione? «Non ce n’era bisogno, il testo parla chiaro. Condanna l’ipocrisia di chi detta regole che non rispetta. Non puoi dire di credere in Dio e commettere peccati mortali. O c’è qualcosa che non ci avete detto o è tutta una menzogna. Se quel pezzo lì l’avesse cantato un altro, uno più credibile, un Silvestri, avrebbe causato un putiferio».
Elio di Elio e le Storie tese intervistato da Giuseppe Videttila Repubblica

QUESTIONE DI SONDAGGI
Grillo non è più disponibile all’intervista su Sky, Monti vuole il confronto: questione di stile.
Un tweet lanciato dall’account di Scelta civicala Repubblica

CHI HA PAURA DI CONFRONTARSI CON LE MANETTE?
Non mi sorprendo perché si sta cercando di escludermi dall’inizio della campagna elettorale, forse Monti ha paura di confrontarsi con temi e contenuti di Rivoluzione Civile.
Antonio Ingroia replica a Mario Monti che sfida in tv Bersani Berlusconi e nessun altro candidato premier, la Repubblica

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •