Come scegliere la fidanzata. Consigli per ridere (ma non senza verità)

anello-fidanzamento-shutterstock_288896090

Ridiamo con i ragazzi che mi chiedono consiglio su come scegliere la fidanzata. Rispondo con tre indicazioni nette che, essendo generali, lasciano il tempo che trovano ma non per questo sono senza valore.

Il primo requisito è che sia allegra. Il maggior difetto nelle donne è la “lagna”, l’attitudine a lamentarsi. Stranamente anche le donne sono d’accordo su questo punto. Bisogna aggiungere che il maggior difetto degli uomini è l’intemperanza. E così si compensano le diagnosi.

Il secondo punto è che sia cattolica perché non basta guardarsi negli occhi ma occorre anche guardare nella stessa direzione. Su questo punto c’è un accordo generale.

Il terzo è che sia affettuosa, il che capita generalmente alle meridionali. L’uomo consciamente o inconsciamente vorrebbe essere amato senza limiti come lo amava sua madre. In Italia la mamma è molto presente: generalmente al Nord in modo più duro e rigoroso; nel Sud in modo più fisico e affettivo. Le mamme del sud sono baciose. L’uomo gradisce la moglie baciosa. Allo stesso modo la donna vuole essere capita e protetta come faceva suo padre, e così le considerazioni si bilanciano.

Sono consigli dati per ridere ma una verità di fondo c’è. L’essenza del cristianesimo è saper voler bene. Questo non sempre è chiaro. Noi la buttiamo sempre sulla regola e così tendiamo a diventare gelidi farisei. Voler bene è faticoso. Vuol dire mettersi in croce quotidianamente. Il primo passo del voler bene è essere allegri e affettuosi. Ragazze prendete nota…

Foto fidanzamento da Shutterstock


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •