Colombo e Tobagi non toccano palla in Rai? Ascoltino Eraldo Pecci

In riferimento all’articolo comparso su Repubblica lo scorso 23 maggio (i consiglieri Colombo e Tobagi “di sicuro non toccano molti palloni”) replichiamo: come “toccare il pallone” in una partita giocata in tutt’altro campo, da attaccanti del calibro degli ex ministri Gasparri e Romani? Per la partita politica della Commissione di vigilanza, ci auguriamo che anche il centrosinistra schieri i giocatori più ricchi d’esperienza, più competenti e politicamente autorevoli.
Gherardo Colombo e Benedetta Tobagi, consiglieri di amministrazione Rai.

Nel tempo ho avuto conferma che la differenza più marcata tra un calciatore di categoria superiore e uno di categoria inferiore sta molto spesso nella forma mentale più che nella tecnica o nel fisico. Più scendi, più trovi ragazzi presuntuosi e ricchi di alibi: ” Sono stato sfortunato ma ero meglio di Tizio che gioca nel Milan”. “L’allenatore ce l’aveva con me sennò…”. ” Ero un fenomeno ma mi piaceva la fi…” . Queste e altre frasi simili si ascoltano in tutti i bar, sono tipiche di ragazzi non arrivati, persi per strada. Più uno è campione e più è disposto alla fatica, al sacrificio, analizza e capisce i propri  errori, i propri limiti e non scarica su altri colpe e responsabilità.
Eraldo Pecci IL TORO NON PUÒ PERDERE 2013.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •