Altro che Watergate, il giornalismo online si fa con le gnocche, dice Repubblica

L’informazione nell’era di internet? È tutta questione di fotogallery. Dall’America a largo Fochetti, la triste resa della stampa progressista. Le orazioni dai quotidiani di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

A SORPRESA MICA TANTO. Vittoria dell’outsider a Genova. Sono risultati a sorpresa quelli che emergono dalle primarie del centrosinistra. (…). A uscire sconfitto dal voto è il Partito Democratico.
La Repubblica sulla vittoria di Marco Doria alle primarie della sinistra di Genova

LA FANTASIA AL POTERE. Così, Doria ha realizzato il suo «sogno matto», come aveva spiegato quando si è presentato citando il Don Chisciotte.
Wanda Valli sulla sconfitta dei candidati del Pd alle primarie di Genova, la Repubblica

IO BELLO, TU BRUTTO. Mi sento rappresentante della politica più bella, quella che sorride, quella che ha voglia di scendere in piazza a festeggiare. La gente allegra, la gente bella, la gente che ha entusiasmo.
Marco Doria, vincitore delle primarie della sinistra genovese, intervistato da Raffaele Niri, la Repubblica

E REPUBBLICA LO SA BENE. Il giornale che fece dimettere Richard Nixon oggi curva su Kim Kardashian. Non si vive di solo Watergate e anche il gossip vuole la sua parte: così dice la legge, e i numeri, dell’online.
Angelo Aquaro, la Repubblica

REALTÀ PARALLELE. Marcus Brauchli, il direttore che mollò la guida del Wall Street Journal appena comprato da Super Rupert Murdoch, sventola al suo staff le meravigliose sorti e progressive del nuovo Washington Post: «Gennaio è stato un mese eccezionale digitalmente parlando».
Angelo Aquaro, la Repubblica

LA NUOVA ERA DEL GIORNALISMO. Entrambi restano giornali bellissimi e ricchissimi. Ieri però il bellissimo pezzo sul Washington Post non era certo tra i più letti del New York Times: che al primo posto aveva la morte di Whitney Houston. E cosa aveva il Post? «Winning numbers drawn in Powerball game»: i numeri vincenti della lotteria.
Angelo Aquaro, la Repubblica

SPECIALITÀ: SALTO DEL PASTO. Può un Paese che combatte contro la crisi economica come l’Italia ambire all’organizzazione di un’Olimpiade?
Fulvio Bianchi, la Repubblica

ANCHE GLI ATLETI IN COMPLETO GRIGIO BANCA. La politica – con l’eccezione della Lega che con Maroni teme «un’altra mangiatoia» – si è espressa a favore (della candidatura di Roma per le Olimpiadi 2020, ndr) in maniera bipartisan, con Alfano, Casini e Bersani favorevoli, purché «sia un’Olimpiade sobria».
Fulvio Bianchi, la Repubblica

FORZA REPUBBLICONES. La squadra degli intellettuali di sinistra londinesi. (…) Fra le tre grandi del calcio della capitale (…) non c’è dubbio che l’Arsenal incarni il tifo dei cosiddetti “champagne socialists”, come qui chiamano i radical-chic.
Enrico Franceschini, la Repubblica

NON ASSOLUTAMENTE, SOLO UN POCHINO. Nel metodo, nella sua lunga storia Repubblica non ha mai avuto l’abitudine di «inventare» notizie «assolutamente infondate».
Massimo Giannini, la Repubblica

LA RESPONSABILITÀ CIVILE DEI GIORNALISTI. La notizia di un faccia a faccia tra Monti e Camusso ci è arrivata da una fonte sicura e attendibile. Ci è stata confermata da ambienti autorevoli. L’abbiamo pubblicata, com’era nostro dovere, senza porci la solita, insinuante domanda che inquina da troppo tempo il discorso pubblico italiano: cui prodest? Non è un nostro problema.
Massimo Giannini, la Repubblica

L’HA SOLO SPOSATA? Come se Repubblica avesse orchestrato una qualche oscura e misteriosa “campagna”.
Massimo Giannini, la Repubblica

NOOO, MA QUANDO MAI. Per fare cosa, poi? Mettere la Cgil con le spalle al muro, per aiutare il governo (…)?
Massimo Giannini, la Repubblica

NO LOGO. Non ci sono più dubbi, salire sulle barricate è una nuova tendenza. Questo blog parla di persone che la rendono elegante e dignitosa. Personaggi, regole di stile, e tutto ciò che può esservi in comune fra rivoluzione e moda – o il contrario, decidete voi.
Aleksandr Arutiunov, stilista e ideatore del blog “Moda sulle barricate” (www.fashionprotest.ru), la Stampa

COSE CHE VOI UMANI… Ho visto di persona tanti automobilisti agire a mani nude, o con i guanti, oppure ricorrendo a scope e stracci di stoffa, nel tentativo di liberare i lunotti e i vetri laterali delle loro autovetture dal nevischio.
Marco Belpoliti, la Stampa

MADDAVÉRO? La cara vecchia spatola una volta la regalavano nei distributori di benzina (…) ed era un gadget immancabile nell’auto del viaggiatore. La mia, di colore bianco e rosso, l’ho ereditata da mio padre che la teneva nel cruscotto dell’auto
Marco Belpoliti, la Stampa

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •