Alfano: «Sconfitta, non catastrofe». In effetti, poteva piovere

ANVEDI CHE PRIMAVERA. È l’istinto suicida dei partiti a spiegare l’affermazione a Palermo di Leoluca Orlando, oggi portavoce dell’Idv ma oltre vent’anni fa sindaco democristiano anomalo della «primavera palermitana».
Massimo Franco, Corriere della Sera

POTEVA FINIRE IN PIAZZALE LORETO. Sono risultati al di sopra delle mie aspettative.
Silvio Berlusconi, Corriere della Sera

POTEVA PIOVERE. C’è stata una sconfitta, non una catastrofe.
Angelino Alfano, Corriere della Sera

REFUSO FREUDIANO. Ma Alfano, uscito male dalla sua prima prova elettorale da segretario, frena i ribelli, «la sconfitta c’è stata ma è stata certo una catastrofe».
Umberto Rosso, la Repubblica

NUOVE ROTTE. Come Hollande pensa anche lei a una vera patrimoniale? «Molte cose le potremo fare quando vinceremo le elezioni, ma già da adesso il governo può prenderla in considerazione. Una correzione di rotta è indispensabile».
Rosy Bindi intervistata da Monica Guerzoni, Corriere della Sera

GENTILI METAFORE. Il Pdl è crollato, ma non c’è un exploit del Pd. «Io temevo che gli italiani fossero più arrabbiati col medico Monti che ha prescritto la medicina amara e con noi che l’abbiamo somministrata. Invece no, non si sono dimenticati che gli untori all’origine dell’infezione sono stati il Pdl e la Lega».
Rosy Bindi intervistata da Monica Guerzoni, Corriere della Sera

TASSARE PER CRESCERE. Per guarire, il malato deve restare in vita. Le politiche di solo rigore non bastano, ci deve essere la crescita e maggiore equità. Sono stati chiesti sacrifici enormi ai più deboli, è l’ora di fare la voce forte con i forti.
Rosy Bindi intervistata da Monica Guerzoni, Corriere della Sera

O AL BAR. Beppe Grillo si fa vivo dal suo blog: «I partiti sono morti, ci vediamo in Parlamento».
Umberto Rosso, la Repubblica

COM’È UMANO LEI. Niente conferenza stampa, niente tigì. Niente riti scontati. Puntuale (Beppe Grillo, ndr) compare invece subito su Twitter e su Facebook. Al telefono risponde stizzito, farfuglia, mette giù.
Fabrizio Roncone, Corriere della Sera

PIPPE GRILLO. Dovete immaginarvelo alla scrivania, davanti a un computer (la moglie Parvin Tadjik seduta sul divano). Dovete immaginarvelo, nel riverbero dello schermo, con quei suoi occhi spalancati. Alle 15, scrive sulla sua pagina Face: «Ragazzi, ci siamo. Inizia lo spoglio. Andiamooo!».
Fabrizio Roncone, Corriere della Sera

GRILLVIO BERLUSCONI. Il movimento è nato nel 2009… Godetevi questa felicità!… Ah! Un’ultima cosa: tanto per farci arrivare al 100% del gradimento di tutti i cittadini italiani dovreste continuare a offendermi: populista demagogo arruffapopoli pifferaio maiale stronzo…
Beppe Grillo, Corriere della Sera

SCUSA SE MI CHIAMO SINDACO. Ho sentito di poter essere utile, inoltre potrò sposare i miei fan.
Federico Moccia, la Repubblica

CONGIUNTIVENDOLA. Il Pdl si sfalda, la Lega è in crisi verticale ma il centrosinistra, pur candidandosi a vincere gran parte dei ballottaggi viene frenato dal voto ai “grillini”, come se non riesce ad affermarsi come vera alternativa.
Nichi Vendola, la Repubblica

INSOMMA È UN CAGASOTTO. Difficile interloquire (con Beppe Grillo, ndr). Si sottrae al confronto e usa violenza verbale.
Nichi Vendola, la Repubblica

DAI CHE ALZIAMO IL RANKING UEFA. Proprio adesso che, grazie all’arrivo di Hollande, siamo in condizione di giocare la nostra partita in Europa.
Mario Monti, la Repubblica

SADO. La Germania prima di accettare di discutere di crescita voleva che gli europei del Sud piangessero un po’.
Mario Monti, la Repubblica

CAPITO ELSA? Adesso abbiamo pianto abbastanza.
Mario Monti, la Repubblica

HAI RAGIONE IO. Se tolgo la mia persona e mi analizzo mi rispetto per quello che faccio. Forse me lo riconosceranno quando invecchierò e morirò.
Belen Rodriguez, Corriere della Sera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •