Alfano dai giovani del Pdl si traveste da Beppe Grillo

Fini a Mirabello non parlava alla piazza ma a tutt’Italia. Battiato è un uomo di popolo. Per don Gino Rigoldi bisogna celebrare meno Messe. Alfano punta tutto sulla rete. Gli scambisti fanno party eleganti. Le orazioni dai quotidiani di oggi

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

IL TRAUMA DELLA VITA REALE. «Un avvocato dei diritti civili, attivista nei quartieri poveri di Chicago trasformato in commander-in-chief che autorizza un numero record di operazioni “coperte” da parte della Cia e centinaia di “raid” aerei anche nel cielo di paesi formalmente amici degli Usa, ma infestati dai terroristi».
Corriere della Sera

NO, NON È GRILLO.
«Combattiamo la nostra battaglia sulla Rete».
Angelino Alfano alle festa dei giovani del Pdl di Atreju, Corriere della Sera

DA MIRABELLO ALLA NAZIONE.
«Lo so, si aspettavano di più, ma io non parlavo a questa piazza, parlavo all’Italia».
Gianfranco Fini dietro al palco dopo il discorso di Mirabello, Andrea Garibaldi, Corriere della Sera

E CHI L’HA DETTO? «Non si può fare la campagna elettorale con le manette da presidente della Camera».
L’opinione di molti giovani di Futuro e libertà riportata da Andrea Garibaldi sul Corriere della Sera

L’IMPORTANTE È CREDERCI. «È vero che ha predetto la vittoria di Pisapia a sindaco di Milano?». «Al primo turno».
Franco Battiato, intervista al Corriere della Sera

UN UOMO DI POPOLO. «Sono un cantante, conosco gli umori della gente».
Franco Battiato, intervista al Corriere della Sera

SCONCERTO INECCEPIBILE. «Da piccolo magari giocavi all’indiano e ti piaceva sentirti legato al palo, adesso che sei grande ti piace farti mummificare. Oppure la ragazzina che giocava alla principessa e teneva in mano una bacchetta, a 20 anni si sente dominatrice e vuole avere uno schiavetto tutto per sé. Queste sono pulsioni, non è violenza. Violento semmai è l’uomo ubriaco che picchia la moglie. Eppure, purtroppo, ci sentiamo carbonari, viviamo nell’ombra, come trent’anni fa capitava ai gay».
Stefano La Forgia, istruttore di Bondage

PARTY ELEGANTI. «Organizza party trasgressivi almeno una volta alla settimana. Invita scoppie scambiste: come minimo una decina. C’è di tutto. Giovani e meno giovani. Lui è molto ospitali e brillante. E guarda e basta. La gente ci va perché si diverte, si mangia e si beve benissimo».
Paolo Berizzi, la Repubblica

BISOGNA SPENDERE DI PIU’. “Basta visite low cost”, l’allarme dei medici sulla sanità con lo sconto.
Titolo della Repubblica

UN’INTERVISTA VAL BENE UNA MESSA. La ripetizione quotidiana della messa «rischia di togliere solennità».
Un passo del libro di don Gino Rigoldi, “Io cristiano come voi”, riportato dal Corriere della Sera

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •