Ahae fotografa la natura da una finestra

Il Museo Nazionale Alinari della Fotografia di Firenze dedica la prima retrospettiva al fotografo coreano Ahae. Un attento osservatore della natura che, armato di passione e di una tecnica fotografica perfetta, riesce a catturare i cambiamenti più impercettibili che avvengono al di là della sua finestra

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Immaginate di aprire la finestra e non vedere più il traffico urbano ma una splendida natura verdeggiante, animali selvatici e un cielo sempre azzurro. Sono queste le immagini catturate da Ahae, fotografo coreano a cui il Museo Nazionale Alinari della Fotografiadi Firenze dedica la prima retrospettiva italiana. Dal titolo “Through my window“, la retrospettiva espone, dal 1 dicembre all’8 gennaio 2012, una selezione di 40 scatti che il fotografo ha realizzato negli ultimi due anni dalla finestra del suo studio nella Corea del sud, dove vive e lavora. Si tratta di un progetto che sta facendo il giro del mondo, da New York a Mosca, da Londra a Praga.

 

Ahae con i suoi scatti riesce ad immortalare la natura nelle sue varie stagioni e nei suoi specifici attimi, grazie a sensibili giochi di luci, colori e dettagli. La sua attenta osservazione del fenomeno naturale ci guida alla scoperta dei momenti più intimi del mondo naturale e ci fa gustare l’armonia dell’insieme del creato. Dall’alba al tramonto, dall’estate all’inverno, dalla primavera all’autunno, ci immergiamo in un’altalena di stagioni e atmosfere seguendo i movimenti del sole e della luna. E’ un percorso riposante che ci porta ad apprezzare e ad amare il mondo in cui viviamo, un universo meraviglioso minacciato costantemente dalle nostre azioni, e a riflettere su quanto possiamo fare nel nostro piccolo per salvaguardarlo.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •