A Varenna si va a tavola con opere, storici e artisti

Nulla di avanguardistico nel connubio tra arte e cibo, un piacere che coinvolge vista, mente e palato. Certo, ormai vanno di moda piatti elaborati come delle vere e proprie opere, dalle cornici di tutte le forme, da colori e accostamenti studiati a regola d’arte, dalle micro architetture al design monoporzione. Una volta c’erano i dipinti con le nature morte a suscitare l’appetito di chi le possedeva nella sua sala da pranzo, adesso l’appetito viene soddisfatto in linea con il benessere visivo e mentale.

Dal domani, infatti, prende il via Cene a regola d’arte, una sorta di invito a tavola, proposto dalla società lecchese Materiaviva, con rassegna inclusa nell’elegante Villa Monastero di Varenna, dove tra un pesce di lago e un bicchiere di vino si aprirà un dialogo tra la storica dell’arte Laura Polo d’Ambrogio, l’artista lecchese Nicola Villa e i commensali che potranno partecipare telefonando al numero 0341 353440.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •