Benvenuto @pontifex_it. Benedetto XVI è su twitter (e risponde alle domande)

Benedetto XVI arriva su Twitter. L’account ufficiale in italiano di Benedetto XVI su twitter sarà @pontifex_it. Al Papa si potranno anche rivolgere domande sulla fede con l’hastag #askpontifex

Benedetto XVI arriva su Twitter. L’account ufficiale in italiano di Benedetto XVI su twitter sarà @pontifex_it, e nelle altre principali lingue cambierà solo la sigla Paese. Per ora è in sette lingue, compreso l’arabo, e altre lingue potrebbero essere aggiunte in seguito. Stamattina, in una conferenza stampa in Vaticano, ne hanno parlato il presidente del pontificio consiglio per le Comunicazioni sociali, monsignor Claudio Maria Celli, il direttore della sala stampa, padre Federico Lombardi, il direttore dell’Osservatore Romano, Gian Maria Vian, e il media adviser Greg Burke.

Il Papa lancerà i primi tweet il prossimo 12 dicembre, festa di Nostra Signora di Guadalupe.

«I tweets del Papa saranno disponibili a credenti e non credenti per condividere, discutere e incoraggiare il dialogo» dice un comunicato della sla stampa vaticana. «C’è da sperare – prosegue il testo – che i brevi messaggi del Papa, e i messaggi più completi che essi cercheranno di portare in sé, sollevino domande per gente di differenti Paesi, lingue e culture. Queste domande – si osserva – potranno a loro volta essere affrontate dai credenti e dai responsabili delle Chiese locali, che si troveranno nella posizione migliore per misurarsi con esse e, ancor più importante, per essere vicini a coloro che si interrogano».

Parte della sfida per la Chiesa nel mondo dei nuovi media è stabilire una presenza ramificata, capillare, che possa effettivamente misurarsi con i dibattiti, le discussioni e i dialoghi che sono veicolati dai social media, che richiedono repliche dirette, personali e puntuali, di un tipo non facile da raggiungere da parte di istituzioni centralizzate». «Per di più, una tale presenza ramificata o capillare riflette la verità della Chiesa come comunità di comunità, che è viva sia sul piano locale che su quello universale».

«La presenza del Papa su Twitter – spiega ancora la nota – rappresenterà la sua voce come voce di unità e di guida per la Chiesa, ma costituirà anche un pressante invito a tutti i credenti ad esprimere le loro voci, a coinvolgere i propri rispettivi ‘followers’ e ‘amici’ e a condividere con loro la speranza di un Vangelo che parla dell’incondizionato amore di Dio per ogni uomo e donna».

Al Papa si potranno anche rivolgere domande sulla fede, e sull’Anno della fede, che potrà ricevere attraverso #askpontifex, quello che nel gergo di twitter è un hastag.