Se un’idea di Guido Barilla scatena un boicottaggio, cosa accadrà con la legge sull’omofobia?

Se avere un’idea del matrimonio diversa da quella dei militanti gay scatena tutto questo, cosa accadrebbe con una legge come quella appena votata dalla Camera?

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Riportiamo quanto ha scritto Eugenia Roccella, deputato Pdl, sulla sua pagina Facebook

Guido Barilla è un uomo coraggioso, perché ormai ci vuole coraggio a difendere la famiglia formata da un uomo e una donna e magari persino “fondata sul matrimonio”, come dice la nostra Costituzione.
Gli attacchi forsennati delle associazioni gay e l’invito al boicottaggio dimostrano quanto siano fondati i timori per la libertà di espressione espressi durante il dibattito parlamentare sull’omofobia.

Se avere un’idea del matrimonio diversa da quella dei militanti gay (che non coincidono con il mondo omosessuale) scatena tutto questo, cosa accadrebbe con una legge come quella appena votata dalla Camera?
Se poi la presidente Boldrini non apprezza il lavoro di cura e non si è mai alzata da tavola, come gesto d’amore nei confronti dei familiari, è una sua scelta, che non può pretendere di imporre a tutte le italiane.

Le pari opportunità non significano rinunciare alla cura materna e al piacere di non calcolare i gesti di affetto.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •