Google+

Ballare in Iran è “haram”. Il regime mette al bando anche la zumba

giugno 20, 2017 Redazione

La federazione Sport per tutti ha dichiarato «illegale» la famosa pratica ginnica perché prevede «movimenti ritmici e passi di danza»

Musica e danza sono già formalmente vietate in Iran, ma ora nella lista nera si aggiunge anche la zumba, la ginnastica aerobica che si pratica su ritmi latino americani, divenuta una moda in tutto il mondo. Come riporta il New York Times, anche l’Iran negli ultimi anni ha vissuto una svolta salutista e molte donne hanno cominciato a iscriversi in palestra e a frequentare corsi di questa pseudo-danza per perdere peso. Ma il presidente della federazione Sport per tutti, l’organizzazione statale volta a promuovere le attività sportive e uno stile di vita sano, ha messo al bando la zumba dichiarandola contraria ai precetti islamici. In una lettera, ha dichiarato «illegale» questa pratica in quanto prevede «movimenti ritmici e passi di danza in varie forme e sotto vari titoli».

A partire dalla rivoluzione islamica del 1979, i capi religiosi sciiti hanno codificato in legge una serie di severe regolamentazioni della vita quotidiana per evitare che i fedeli «cadano in tentazione e commettano peccati». Nonostante le trasgressioni siano punite con multe o frustate, gli iraniani tendono a osservare sempre di meno queste regole, come dimostrato dai balli per strada inscenati da migliaia di uomini e donne settimana scorsa per festeggiare la qualificazione della nazionale di calcio ai Mondiali del 2018.

Nella pratica, alcune attività molto popolari benché proibite sono spesso tollerate se praticate in semi-clandestinità o con un nome differente. I corsi di zumba, ad esempio, per molto tempo si sono chiamati «esercizi sulla musica», «aerobica avanzata» o «Mumba». Quattro anni fa però, un istruttore di zumba ha cominciato a chiamare questa attività con il suo nome originario, seguito a catena da molti altri, portando la Federazione a ribadire con forza il divieto a ogni tipo di danza.

«Anche se mi sembra un buon esercizio per la gente come me», ha commentato al Nyt Hossein Ghayyoumi, imam 66enne affetto da artrite, sostenitore del rieletto presidente Hassan Rohani, «in quanto religioso, ho imparato che la danza e la musica sono dei mezzi per cercare il piacere e dunque haram o illegali». Anche Zumba Fitness, azienda americana che controlla il marchio registrato, ha preferito non scontrarsi con il regime iraniano e ha abbandonato gli istruttori che lavorano nel paese. L’anno scorso ha revocato la licenza a un’istruttrice iraniana, Sunny Nafisi, che non ha alcuna intenzione di smettere: «Ho 40 iscritti al mio corso. Lo porterò avanti cambiandogli nome».

Foto Ansa

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

In quattro anni se ne possono preparare tante di novità e i ragazzi californiani non si sono certo risparmiati. A partire dal telaio, che dalla lega di alluminio è passato alla fibra di carbonio, nello specifico UHC Advanced con specifiche Felt, per poter meglio distribuire rigidezza e flex nei punti giusti. NUOVO TELAIO  La fibra […]

L'articolo Felt Compulsion m.y. 2018 proviene da RED Live.

Ispirata dalle moto café racer (e non solo), questa edizione limitata vuole segnare un'epoca. Con una personalizzazione originale e stilosa, sia fuori sia dentro l'abitacolo

L'articolo DS 3 Café Racer, quando la DS suona il rock proviene da RED Live.

Ride the revolution, questo il claim della nuova Yamaha Niken. Un claim che abbiamo sperimentato di persona lungo i 280 km di curve austriache di questo test. Tante curve, tante situazioni meteo differenti per scoprire una moto "normale" che fa cose eccezionali.

L'articolo Prova Yamaha Niken <br> la “carver bike” proviene da RED Live.

Pronto per la seconda metà del 2018, questo sistema promette di ridurre emissioni e consumi e arriverà su molti modelli del costruttore coreano. A cominciare dalla SUV compatta con motore a gasolio. Perché il diesel è tutt'altro che morto...

L'articolo Kia, arriva il Mild-Hybrid sul Diesel proviene da RED Live.

La terza generazione della Volkswagen Touareg si butta nella mischia dei SUV premium forte di numerosi accessori hi-tech. Disponibile per ora solo con motore 3.0 V6 TDI, ha prezzi che partono da 61.000 euro

L'articolo Prova Volkswagen Touareg 2018 proviene da RED Live.