Google+

Aspettate a fare i funerali alla sussidiarietà

aprile 4, 2017 Giuseppe Monteduro

Per molti è fallita; ma può fallire una concezione antropologica? Può essere fallimentare, ma non fallire

sussidiarietà-flickr

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Si può ancora parlare di sussidiarietà o con essa dobbiamo riferirci ad un mondo che non c’è più? Negli ultimi anni il principio di sussidiarietà, entrato nella Carta europea, nella Carta costituzionale, in moltissimi lavori accademici, ispiratore di molteplici bandi riguardanti i servizi pubblici (non solo di welfare), pare molto fiaccato. Sembra quasi che non abbia più nulla da dire. Come dire: esperienza passata, guardiamo avanti. È propriamente così? Oppure, siamo noi ad aver male interpretato il principio, ad averlo ridotto, per stringenti ragioni politiche, a pura pratica amministrativa, a farne equazione con la devolution, a usarlo un po’ come ci pareva? L’impressione è che la sussidiarietà non sia stata compresa appieno, perché difficile da far rientrare nelle categorie della politica. In fondo, si può davvero fare welfare affidandosi alla società? Può la sussidiarietà essere la risposta ai mali per non arrenderci all’idea che prendersi cura di qualcuno e di tutti non è solo un mondo che vorremmo o un intento d’animo volontaristico o il buco nero delle nostre casse pubbliche? Per molti la sussidiarietà è fallita; ma può fallire una concezione antropologica? Può essere fallimentare, ma non fallire. La sussidiarietà è stata davvero fallimentare? E l’abbiamo davvero applicata? Cos’è davvero la sussidiarietà?

Giuseppe Monteduro è curatore del volume Sussidiarietà e innovazione sociale (FrancoAngeli)

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Assieme ad ABS ed ESP, il sistema di controllo elettronico della trazione è un cardine dei sistemi di sicurezza montati sulla vostra auto. Nel caso non lo sappiate, è un dispositivo elettronico in grado di rendervi le cose più semplici quando la strada è scivolosa. Scopriamolo assieme

L'articolo ASR, cos’è e come funziona il controllo di trazione delle auto proviene da RED Live.

400 cv, 855 kg e 2G di accelerazione laterale. La prima Dallara omologata per circolare su strada vanta prestazioni da capogiro. Disponibile in configurazione barchetta, targa o coupé scatta da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi. E noi ci abbiamo fatto un giro

L'articolo Dallara Stradale, siamo saliti sulla barchetta dei record proviene da RED Live.

Nata anche da un'imbeccata di Stefano Accorsi, questa 308 al Nandrolone trasferisce su strada il meglio della versione Cup

L'articolo Peugeot 308 by Arduini Corse, one off su base GTi proviene da RED Live.

In 100.000 hanno raggiunto Praga da tutto il mondo per celebrare i 115 anni di un marchio più arzillo che mai. Una buona occasione per parlare del futuro di Harley-Davidson (che sarà anche elettrico) ma non solo

L'articolo Harley-Davidson, 115 di questi anni proviene da RED Live.

Arriva una serie speciale frutto della collaborazione con la rivista femminile Elle. Materiali e colori inediti si accompagnano a un rinforzo di tecnologia a bordo. Prezzi a partire da 13.250 euro

L'articolo Citroën C1 Elle Special Edition proviene da RED Live.