Google+

«Se gli alieni esistessero? Li battezzerei». Parola di uno dei capi della Specola vaticana

settembre 24, 2014 Leone Grotti

Padre Guy Consolmagno ha parlato alla Nasa: «La scoperta della vita extraterrestre non fornirebbe una prova dell’esistenza o della non esistenza di Dio ma influirebbe su come concepiamo l’uomo»

«Credo che la vita su altri pianeti esista ma non ho prove». A dichiararlo davanti a tutti, durante un incontro promosso dalla Nasa con scienziati e teologi dal titolo “Prepararsi alla scoperta”, è stato padre Guy Consolmagno, sacerdote gesuita americano e presidente della fondazione che gestisce la Specola vaticana. Come astronomo, padre Consolmagno (foto in alto) ha dato il nome a un asteroide da lui scoperto e non vede nessuna contraddizione tra scienza e fede.

BATTEZZARE GLI ALIENI. «Sarei davvero eccitato [se esistesse la vita aliena] – continua in un’intervista all’Huffington Post – e questo mi permetterebbe di approfondire la comprensione della mia religione in modo molto più ricco». Sicuro che gli eventuali esseri senzienti «avrebbero un’anima» si è anche detto desideroso «di battezzarli, se lo volessero». Queste dichiarazioni non sono incredibili se si considera che padre Consolmagno è un importante scienziato e per lui «essere un buon scienziato significa ammettere di non avere mai la completa verità, c’è sempre molto da imparare».

RELIGIONE E SCIENZA. Essere un religioso cattolico non inficia affatto la sua attività di scienziato: «Il tipo di domande che poni come scienziato e il tipo di risposte che ottieni, con il tempo capisci che non fanno che portare a domande sempre più grandi. Le questioni più importanti sono religiose (…). Diciamo che la religione ti fornisce la cornice e la motivazione giusta per porre le domande scientifiche, ti rende fiducioso che la scienza funzionerà e ti spiega perché sei così eccitato quando maneggi una roccia che viene dallo spazio».

STELLA COMETA. Così, continua parlando al Catholic News Service, molte domande rivelano quesiti nascosti: «Quando la gente si chiede che cos’era davvero la stella di Betlemme non vuole forse sapere fino a che punto Dio interviene nell’universo? Se Dio ha fatto quella stella? Se Dio ordina le cose o se usa coincidenze divine?».

EXTRATERRESTRI E DIO. Tornando sulla possibilità di scoprire, prima o poi, l’esistenza della vita su altri pianeti afferma: «Penso che la gente rimarrebbe affascinata per circa tre giorni poi tornerebbe alle occupazioni di sempre. Questo è il modo in cui siamo fatti. E questo perché credo che la maggior parte della gente sia come me: si aspetta già che ci sia qualcuno là fuori. La nostra reazione quindi sarebbe: “Wow, grazie Dio. Era solo questione di tempo”. Una simile scoperta non fornirebbe però una prova dell’esistenza o della non esistenza di Dio ma influirebbe molto sul modo in cui concepiamo l’uomo e la storia della salvezza».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

11 Commenti

  1. Sasso Luigi says:

    E se questa vita fosse solo batteriale, vegetale o animale? Che cosa si battezza?

  2. Shiva101 says:

    Ecco.. fosse la volta buona che qualcuno ve le da di … Santa Ragione!

  3. Andrea UDT says:

    E se fossero così evoluti che ai loro occhi apparissimo come a noi appaiono formiche o altri insetti?

    Qualcuno, vegani a parte, si fa scrupolo a schiacciare una formica?

  4. EquesFidus says:

    E se non esistessero o fossero irrilevanti? Il Cristo non ha mai parlato di alieni, i quali certamente non rientrano nell’economia della Salvezza. Meglio pensare alla salvezza delle anime degli umani (reali) che non di quelle degli alieni (immaginari).

    • lucillo says:

      … e figurati che non ha neanche mai detto che la terra non è piatta e non è al centro dell’universo!
      in realtà sembra che non abbia neanche parlato dei cinesi e degli eschimesi, ci sono dubbi per quanto riguarda gli zulù.

  5. Shiva101 says:

    Il cristianesimo proprio perché non ne parla dimostra di essere limitato e NON “universale”, ma di essere solo l’ennesima superstizione umana, una religione di massa.

    • Sebastiano says:

      Se è per quello non parla neanche dei folletti dei boschi e del mostro dello spaghetto volante.
      Ma tu naturalmente ci credi, giusto? Non sia mai che un giorno ti dicano che sei limitato e non sei universale.
      Come diceva qualcuno, pur di non credere a Dio siete disposti a credere a tutto, anche a ciò che la scienza (il vostro Dio) non ha ancora dimostrato. E poi siamo noi i superstiziosi.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Banco alimentare

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il model year 2019 della roadster jap aggiunge 24 cv al 2 litri benzina e una serie di novità nella sicurezza. Per una roadster ancora più "jinba ittai"

L'articolo Mazda MX-5 2019, più cavalli e sicurezza proviene da RED Live.

Lanciata dal marchio inglese Oxford la linea Mint, dal caratteristico profumo di menta, comprende prodotti per la pulizia e la manutenzione dei veicoli a due ruote

L'articolo Gamma Oxford Mint Cleaning proviene da RED Live.

215 cv, 10 kg in meno e il debutto delle alette aerodinamiche. Questa versione speciale della RSV4 RF allestita con pezzi di Aprilia Racing di carne al fuoco ne mette davvero tanta. E noi ce la siamo gustata dal primo all’ultimo boccone. Al Mugello, dove le ali servono davvero.

L'articolo Prova Aprilia RSV4 RF FW 2018 proviene da RED Live.

Diventate capienti come le familiari grandi di qualche anno fa, le SW medie stanno vivendo una seconda giovinezza. Così come la Peugeot 308 SW GT Line, che ora si aggiorna nella tecnologia e diventa ancora più “connessa”. Schermo generoso e Mirror Screen La succosa novità della Peugeot 308 SW GT Line è la presenza di […]

L'articolo Peugeot 308 SW GT Line, <BR> adesso “parla” con lo smartphone proviene da RED Live.

La Casa di Noale propone due motorette brillanti ed economiche: sono le Aprilia RX e SX 125, una enduro, l’altra motard, entrambe vendute a 4.020 euro.

L'articolo Prova Aprilia RX e SX 125, per i nuovi 16enni proviene da RED Live.