Google+

Accendere il fuoco, risvegliare la bellezza

luglio 21, 2018 Redazione

Inizia oggi l’Atelier delle Arti e l’Atelier degli Insegnanti, un viaggio in compagnia di grandi artisti e maestri, un’occasione per conoscere e incontrare compagni d’avventura

Il poeta Davide Rondoni lo aveva già scritto, «c’è chi si è messo a fare cose nuove e a render nuove le cose. Come ad esempio tentativi di trasmissione, educazione, formazione, fuori dai paradigmi e dagli schemi soliti». Capovolgere lo spirito del tempo per vivere il tempo: riaccade oggi, sabato 21 luglio, quello che sta accadendo da anni, da quando cioè il Centro di poesia contemporanea dell’Università di Bologna e la Fondazione Claudi, si sono inventati qualcosa di molto nuovo attraverso il metodo più antico e infallibile del mondo: l’incontro, quello vero, diretto, informale, tra studenti e maestri, che solo invita al risveglio, per conoscersi, sperimentare, e tenere acceso il fuoco della bellezza.

MARIO LUZI E GIORGIO CAPRONI. Qualcosa che si chiama Atelier delle Arti, che funziona, che inizia con la fine dell’anno accademico e che vede giovani e artisti scambiarsi i giorni di dibattiti e laboratori. Questa edizione, organizzata in collaborazione con il Centro Asteria di Milano, ha avuto inizio oggi presso il Festival “Parco Poesia” di Rimini per proseguire da domani e fino al 25 luglio presso il Centro Residenziale Universitario di Bertinoro. «Quest’anno avremo con noi maestri come lo scultore Ugo Riva, il compositore Roberto Andreoni, i teatranti Davide Sacco e Agata Tomsic, e poi registi, poeti, docenti, scrittori. Ma soprattutto quest’anno all’Atelier delle Arti abbiamo affiancato l’Atelier degli Insegnanti, ed è una novità nata anch’essa da un incontro, quello con tanti insegnanti alle prese con la didattica della poesia più dimenticata: la poesia del secondo Novecento». Racconta Riccardo Frolloni, poeta e direttore artistico insieme a Davide Rondoni dell’Atelier, che «sono stati loro a farsi avanti, insegnanti di materie letterarie, ma anche artistiche e musicali chiedendo la possibilità di approfondire e discutere di merito e di metodo su tutto il Novecento e sul contemporaneo. Per questo abbiamo scelto due maestri, due amici, Mario Luzi e Giorgio Caproni, alla cui avventura poetica cui dedicheremo due giorni».

UNA VALLATA DI STELLE. Il Centro di Poesia contemporanea di Bologna è nato nel 1997 dall’idea di un gruppo di docenti, studiosi e studenti dell’Ateneo allo scopo di rendere disponibili, mediante un’attività di relazioni nazionali e internazionali, le informazioni e gli strumenti di studio necessari per l’accesso nel circuito accademico delle esperienze più rilevanti della poesia contemporanea. Ben presto è diventato il punto di riferimento di studenti capaci di trasformare in vita quel fatto serio della poesia, e si capisce la partecipazione all’Atelier dove capita di ritrovarsi interi anche sotto una vallata di stelle: «Eravamo a Muccia, nelle Marche, quell’anno. A guardare le stelle in una sorta di eremo con un esperto di astronomia, uno di astrologia, e abbiamo letto Leopardi. E poi cosa ti resta, di quella notte, solo una suggestione? No, io ricordo una vera gioia. Accade anche che, una volta partecipato all’Atelier, i ragazzi vengano a studiare a Bologna e si avvicinino al Centro di Poesia. E che nasca una comunità permanente, fatta di scambi di testi tutto l’anno. Per alcuni diventa una occasione per farsi conoscere, per pubblicare i propri lavori».

I PROTAGONISTI. Parteciperanno a questa edizione dell’Atelier delle Arti e all’Atelier degli Insegnanti, Paola Bigatto, insegnante di recitazione, Davide Sacco e Agata Tomsic (ErosAntEros), teatranti, Daniele Mencarelli, poeta e narratore, Roberto Andreoni, compositore, Giuseppe Carrieri, documentarista. Le letture di Mario Luzi e Giorgio Caproni sono affidate rispettivamente a Riccardo Frolloni, Davide Rondoni, Alberto Fraccacreta, e ad Alberto Bertoni e Antonio Riccardi. Ed è subito grande bellezza, che irrompe con qualcosa di molto nuovo e vivo nel sistema scolastico per guardare ai volti, alle parole e all’arte dei giovani finalmente strappati ai paradigmi e agli schemi soliti.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
Il Paradiso andata e ritorno - Di Giovanni Fighera

Tempi Motori – a cura di Red Live

Ridisegnata nei dettagli e capace di offrire un allestimento più ricco, la Ford Ecosport sta riuscendo a ritagliarsi una fetta importante del mercato SUV. Il motore TDCi da 100 cv è il cuore giusto per lei? Scopriamolo in questa prova

L'articolo Prova Ford Ecosport 2018 <br> il bello della concretezza proviene da RED Live.

Nasce sulla base del Crafter e promette praticità e abitabilità da camper. A fine agosto ne sapremo di più

L'articolo Volkswagen Grand California, perché la vita è un viaggio proviene da RED Live.

Piegano come una moto (a volte pure di più) ma offrono più sicurezza e abitabilità. Con un buon "allestimento" possono essere una valida alternativa all'auto offrendo velocità e agilità da scooter e protezione (anche dei vestiti) da auto. Sono i mezzi a tre ruote, sia scooter sia moto, con sistema di basculamento. Quasi tutti scooter hanno però una guest star. Ecco quali sono e come vanno.

L'articolo Moto e scooter, quando due ruote non bastano. Ecco i migliori tre ruote proviene da RED Live.

I prezzi partono da 24.650 euro, quattro gli allestimenti disponibili

L'articolo Peugeot 2008, arriva il 1.5 BlueHDi con cambio automatico proviene da RED Live.

Per chi vuole qualcosa in più della solita Sport Utility, con l'accento sulla sportività. Farà il suo debutto ufficiale al Salone di Parigi, in ottobre

L'articolo Skoda Karoq Sportline, la SUV che va di fretta proviene da RED Live.