Google+

Zurlo (Giornale): Il silenzio assordante dopo l’urlo di Simone

luglio 13, 2012 Redazione

Stefano Zurlo sul Giornale riprende la lettera di Simone pubblicata da tempi.it: «L’appello, lucido e disperato, non ha smosso una foglia, non ha provocato una reazione. Tutti zitti».

«Simone è in galera da tre mesi tondi, esattamente dal 13 aprile. Ieri Il Giornale ha rilanciato una sua lettera» scritta al direttore di Tempi Luigi Amicone, in cui Simone afferma: «”O faccio un nome”, che poi è quello di Roberto Formigoni, oppure “non mi resta che il suicidio”». Scrive così Stefano Zurlo oggi sul Giornale riprendendo la 25esima lettera di Simone pubblicata da tempi.it. «Il suo racconto è fin troppo esplicito», continua, «Simone parla di pm che cercano di fargli dire il “falso”; denuncia i “metodi staliniani” e con quelli “l’odio politico”. Sembra di essere tornati indietro di vent’anni, ai tempi cupi di Mani pulite».

«Naturalmente – prosegue Zurlo – si può essere d’accordo o in disaccordo con il messaggio in bottiglia partito da una cella, si può anche ritenere che le accuse, pesanti – associazione a delinquere per la creazione di fondi neri all’estero e riciclaggio – meritino un’adeguata sanzione. Il punto è che l’appello, lucido e disperato, non ha smosso una foglia, non ha provocato una reazione, non ha fatto partire nemmeno uno straccio di comunicato. Tutti zitti. I politici. Gli intellettuali. I giuristi. Gli avvocati. Tutti muti. Probabilmente con quel ghigno stampato sulla faccia».

Conclude Zurlo: «Oggi, che [Simone] contesta i metodi del pm e una carcerazione preventiva che si allunga come un cappio, è più comodo girarsi dall’altra parte. Con l’orecchio teso, perché restano tutti lì ad aspettare lo scricchiolio finale del sistema, l’ultima grande provincia dell’impero berlusconiano che deve venire giù. Il resto non conta».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

1 Commenti

  1. calanna says:

    Conosco simone solo dopo il suo arresto leggendo le sue lettere. Purtroppo
    e’da tempo che i pm si comportano come se il mondo e’ tutto
    corrotto, tranne quello di sinistra xke’loro si muovono x il bene
    comune .ma se tu la pensi diversamente da loro ti scaricano in2secondi
    oppure fanno come con simone.a cosa vogliono? Non hanno 1grammo
    d’intelligenza xke’anche se fosse come loro pensano della regione
    lombardia dovrebbero controllare tutte quelle regioni ke creano debiti
    sempre di piu’dando sempre meno servizi. Penso ke dovrebbero fare
    malta sotto il sole i pm altro ke stare seduti con aria codizionata ed
    altro. Sostegno fino alla morte x simone .spero di poterlo conoscere
    personalmente al piu’prestoi in bocca al lupo simone e non mollare xke
    noi abbiamo gia’vinto. Ciao lino calanna da stresa.Calanna Lino

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi