Google+

Zero tituli e No Fair Play

aprile 19, 2017 Alessandro Giuli

Passa per uno spaccagambe, Daniele De Rossi, barbuto e immusonito come un fabbro di periferia. Epperò che cuore!

de-rossi-jpg

Articolo tratto dal numero di Tempi in edicola (vai alla pagina degli abbonamenti) – Canto la gloria di Roma, di De Rossi il polpaccio imperiale: quello con il tatuaggio a triangolo tipo segnale stradale di curva pericolosa con dentro un difensore che spacca la caviglia all’attaccante. Titolo del tatuaggio: No Fair Play, stampato oro su porpora sopra la maglietta-pigiama di un direttore con irriferibili trascorsi da ultras. Scorrettissimo? Può darsi. Ma ci sta bene, in un numero di Tempi dedicato al lato buono della cattiveria, alla rassicurante certezza che non tutto è ancora annegato nel liquido amniotico del correttismo imposto per decreto mediatico globale.

Qui si parla dell’AS Roma, certo, e lo si fa partendo dalla psicologia stracittadina del suo difensore totemico, Daniele De Rossi, effigie perfetta per rappresentare l’anima della miglior plebe romana. DDR è il dopo-Totti (bontà fatta mainstream, anzi mainstream fattosi pupone) che rimpiangeremo senza esserci accorti che, a forza di aspettare il suo turno, il nostro eroe si sarà incanutito. Passa per uno spaccagambe, DDR, barbuto e immusonito come un fabbro di periferia. Epperò che cuore, perfino troppo per non darci l’idea che la verità profonda della nostra squadra sta nell’incapacità di azzeccare le partite che contano (“È mancata la cattiveria…”). Perché al dunque DDR si fa prendere dall’emozione, palpita imbizzarrito, sbaglia il passaggio vitale, buca la diagonale e se possibile si fa espellere senza motivi chiari. La Roma è fatta così: vede il trofeo a portata di scarpino, infila tre match da incubo e si sputtana la stagione; da qualche anno incornicia la catastrofe con i colori biancoazzurri del nemico che sventolano sui derby perduti.

Dice: ma non ce l’hai una società? Eccome se ce l’ho. È pure americana, ma incapace di produrre dirigenti tanto stronzi per fuoriuscire dal romanticismo paesano giallorosso. Unfit to win. Anni fa mi cacciai in un guaio grosso coi moralisti della Sud, lamentavo che l’AS Roma non godesse neppure dell’alone delinquenziale tipico dei vincenti e cattivi juventini. Apriti cielo, se a Roma denunci la notte della sfiga. Teniamoci allora De Rossi col suo polpaccio: Zeru tituli e No Fair Play.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Se fosse una compagna di scuola, la Peugeot 308 sarebbe la classica ragazza seduta nei banchi della seconda fila; precisa, puntuale, concreta e in grado di ottenere ottimi risultati. Però poco appariscente. La tipica studentessa che pochi notano e che i professori danno per scontato sia in grado di ben figurare in ogni frangente. Ora, […]

L'articolo Prova nuova Peugeot 308 proviene da RED Live.

Il suo logo a forma di ruota spicca su caschi, capispalla, piumini, borsoni, zaini, bracciali in argento e foulard in seta, e non a caso. La collezione di abbigliamento e accessori uomo/donna Milano 1914 trae difatti la sua identità da EICMA, il Salone internazionale delle moto, la cui prima edizione è datata 1914, appunto. E […]

L'articolo Milano 1914, nuova collezione e corner al Boscolo proviene da RED Live.

La scelta di un’automobile è una decisione che dipende dall’utilizzo che se ne vuole fare. Chi ha bisogno di un mezzo da guidare esclusivamente in città, sarà orientato verso un’auto più compatta e maneggevole; se la vettura accompagnerà spesso la famiglia in gite fuori porta, ruote grandi e ammortizzatori rinforzati saranno determinanti; se il conducente […]

L'articolo Il cambio: tipologie e caratteristiche (automatico/semiautomatico/manuale) proviene da RED Live.

In sella a una delle moto più speciali mai prodotte da BMW. La HP4 Race porta all’estremo il concetto di moto sportiva. Leggerissima potentissima, va fortissimo ma non è un mostro impossibile da domare, anzi… 80.000 euro sono tanti? Forse, ma dopo averla guidata potresti cambiare idea.

L'articolo Prova BMW HP4 Race proviene da RED Live.

Con il nuovo Kymco AK 550, la Casa di Taiwan punta dritta al cuore del mercato dei Top Scooter bicilindrici. Il prezzo è interessantissimo (9.190 euro in offerta lancio) ma i contenuti tecnologici sono tutt’altro che di serie B. Anzi!

L'articolo Prova Kymco AK 550 proviene da RED Live.

Strategie di Content Marketing - Video Academy di MailUp - banner iscrizione
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana