Google+

«Yoko Ono non fu la causa della rottura dei Beatles». Le rivelazioni tardive di Paul McCartney

ottobre 29, 2012 Elisabetta Longo

In una lunga intervista ad Al Jazeera, l’ex Beatles scioglie il più grande mistero musicale e assolve la moglie di John Lennon: «Il nostro scioglimento fu causato dal nuovo manager, non da Yoko Ono».

Il più grande giallo della storia della musica è stato risolto. Non è Yoko Ono l’omicida dei Beatles, nonostante quello che sia stato detto su di lei fin da quel fatidico primo incontro in una galleria d’arte con John Lennon. Paul McCartney ha infatti assolto l’artista giapponese nel corso di una lunga intervista con Al Jazeera, anticipata dal giornale inglese The Observer.

MANAGER E PROBLEMI. «Non è stata lei a spaccare il gruppo, non la si può incolpare di nulla, la band si stava già sciogliendo», racconta Sir Paul. La colpa fu casomai del manager dei Beatles, Allen Klein, scomparso nel 2009 e che quindi non può controbattere all’intervista piccata di Paul. Klein arrivò quando il gruppo rimase senza il suo primo storico manager, Brian Epstein, e rappresentò il cambio di rotta del quartetto, sopratutto dal punto di vista finanziario. Klein puntò al profitto e a Paul questa virata non piacque: «Mi ritrovai a litigare con i miei amici di una vita quando invece volevo solo difendere il gruppo dalle mire di Klein. A quel punto non rimaneva che dividersi».

IL MERITO DI YOKO. Paul McCartney riconosce a Yoko anche un merito nella vita di John: «Lo ha portato verso nuove rotte che non conosceva, gli ha fatto tirare fuori ancora di più la sua arte e l’avanguardia che aveva nel modo di comporre musica. Se non ci fosse stata lei pezzi come Imagine non li avremmo mai sentiti».

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi