Google+

«Wow, che notte!». Romney vince in Arizona e Michigan, ma Santorum tiene

marzo 1, 2012 Redazione

Mitt Romney ha staccato nettamente Rick Santorum in Arizona, dove ha riportato un vantaggio di 21 punti con il 47% di voti, ma l’ha spuntata di misura nel suo Michigan, dove ha vinto con il 41% contro il 38% dell’italo-americano. Ora tocca al Super Tuesday, il 6 marzo, quando si voterà in 10 Stati.

Mitt Romney ha rimesso in carreggiata la sua corsa alla nomination repubblicana per la Casa Bianca vincendo le primarie in Arizona e Michigan. L’ex governatore del Massachusetts ha staccato nettamente il principale rivale Rick Santorum in Arizona, dove ha riportato un vantaggio di 21 punti con il 47% di voti, ma l’ha spuntata di misura nel suo Michigan, dove ha vinto con appena il 41% contro il 38% dell’ex senatore italo-americano.

«Wow, che notte!», ha commentato un sollevato Romney davanti ai suoi fan. Rick Santorum, però, non molla: «Un mese fa non sapevano chi eravamo, ora lo sanno», ha dichiarato. A questo punto la corsa potrebbe essere indirizzata dal Super Tuesday, il 6 marzo, quando si voterà in 10 Stati.

“I critici notano che il successo di Romney in casa è stiracchiato e non fuga i dubbi sulla sua candidatura: Mitt aveva fatto meglio nel 2008 quando in Michigan aveva battuto (39 contro 30 per cento) quel John McCain che poi lo avrebbe strapazzato a livello nazionale. Si tratta dello stesso McCain che, per gli imperscrutabili e tortuosi percorsi della politica, ieri è stato il motore della vittoria di Romney in Arizona, lo Stato del quale è senatore. Il “maverick” della politica americana adesso sostiene a pancia bassa il candidato che 4 anni fa aveva combattuto con successo: oggi, invece, lo aiuta a battere quel Santorum che – altra stranezza della politica – nel 2008 appoggiava Romney contro McCain” (Corriere).

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Dopo quattro anni, la SUV americana si rinnova a Detroit. E lo fa con un look rivisto, tanta tecnologia e nuovi angeli custodi elettronici. Top di gamma la specialistica Trailhawk

L'articolo Jeep Cherokee 2018, il restyling debutta a Detroit proviene da RED Live.

Con un look esclusivo e sospensioni più raffinate la Yamaha MT-09 SP va a porsi al vertice della gamma della hyper naked tricilindrica di Iwata. Il suo prezzo è di 10.190 euro f.c.

L'articolo Prova Yamaha MT-09 SP proviene da RED Live.

Nissan propone per il 2018 un restyling di X-Trail che rinnova senza rivoluzionare. Le forme vengono riviste e la lunghezza complessiva aumentata a vantaggio di un bagagliaio più grande. Propulsore e meccanica rimangano invariate. Andiamo a scoprirla

L'articolo Prova Nissan X-Trail 1.6 dCi 130 CVT 2WD Tekna proviene da RED Live.

Sulla breccia da 39 anni, la Classe G ha saputo resistere alle mode puntando su robustezza, affidabilità e su alcuni clienti... "importanti"

L'articolo Classe G, la storia “sporca” della off road Mercedes proviene da RED Live.

DNA OFFROAD Al Salone di Detroit 2018 la Casa della Stella ha presentato la Nuova Mercedes Classe G. Che non ha tagliato in modo brusco i ponti con il passato e – tranquilli –  non si è rammollita: a lei, le SUV moderne fanno davvero un baffo. Nel senso che la G continua ad essere […]

L'articolo Nuova Mercedes Classe G 2018: nel solco della tradizione proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download