Google+

Weekend al cinema, tra padri inconsapevoli e magnati sul lastrico

marzo 14, 2013 Paola D'Antuono

Poche uscite nel fine settimana. Raoul Bova è il protagonista di Buongiorno papà, mentre Richard Gere torna sullo schermo con il thriller La frode. Si rivede anche Noomi Rapace in Dead Man Down – Il sapore della vendetta

Un weekend cinematografico di passaggio quello che comincia oggi. Le uscite più interessanti del mese si concentreranno nelle prossime settimane, mentre qualche titolo interessante è già in sala. Può darsi però che Raoul Bova e il regista Edoardo Leo, conosciuto dal pubblico per i morti ruoli televisivi ricoperti, attirino però gli spettatori in sala con Buongiorno papà, commedia che racconta di Andrea, single sciupafemmine che un giorno scopre di avere una figlia, frutto di una notte con una sconosciuta. Layla, questo il suo nome, s’insinua nella sua vita insieme al nonno Enzo, improbabile rockettaro interpretato da Marco Giallini.

NIENTE È COME SEMBRA. Si riaffaccia anche sul grande schermo Richard Gere che, assieme a Susan Sarandon e Laetitia Casta, è il protagonista di Arbitrage, che esce in Italia con il titolo La frode. L’affascinante attore interpreta Robert Miller, proprietario di un impero finanziario e padre di famiglia premuroso. Sembrerebbe tutto perfetto nella vita di questo magnate, che però nasconde più di un segreto. La scelta di Barbara, invece, è un film tedesco con al centro un medico pediatrico nella Germania divisa dal muro di Berlino. Punita per aver richiesto un visto d’espatrio dalla Germania dell’est, Barbara è costretta a lavorare in un ospedale di campagna, lontana da tutta la sua vita. Sarà il rapporto con  il suo superiore a mettere in crisi le sue certezze.

VENDETTA PER LISBETH. Dopo il successo ottenuto con Uomini che odiano le donne, il regista danese Niels Arden Oplev si mette dietro la macchina da presa per dirigere la sua vecchia conoscenza Noomi Rapace (che interpreta Lisbeth Salander nella trilogia Millennium) e Colin Farrell nel thriller Dead Man Down – Il sapore della vendetta. Farrell interpreta Victor, il braccio destro di un mafioso di New York che cerca vendetta. Quando incontra Beatrice, una donna di cui non sa nulla ma che invece sa tutto di lui, nulla è più come prima. Non vi resta che scegliere come passare la serata. Buona visione.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

L’abito non fa il monaco. Mai affermazione fu più vera, specie nel caso della concept Infiniti Prototype 9, presentata in occasione del Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, e forte di una linea ispirata alle monoposto degli Anni ’30 e ’40. L’aspetto, come accennato, non deve però trarre in inganno: il “cuore” è decisamente […]

L'articolo Infiniti Prototype 9: sotto mentite spoglie proviene da RED Live.

Il Concorso d’Eleganza di Pebble Beach, in California, rappresenta da sempre un evento speciale per la BMW. La Casa di Monaco è infatti solita stupire presentando delle concept che anticipano modelli pressoché pronti a entrare in produzione. Quest’anno tocca a una delle roadster più affascinanti mai realizzate, oltre che una delle vetture più “anziane” della […]

L'articolo BMW Z4 Concept: una linea da urlo proviene da RED Live.

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana