Google+

Web series, il fenomeno made in Usa che piace anche all’Italia

febbraio 6, 2013 Paola D'Antuono

Lost in Google è un fenomeno da un milione di visualizzazioni, By My Side ha già vinto un premio, Una mamma imperfetta arriverà ad aprile su Corriere.it. Gli italiani promuovono la nuova serialità

Mentre in Usa fa parlare l’esperimento House of Cards, in Italia qualcosa comincia a muoversi, nell’ambito della serialità web. Tanto che persino i grandi nomi della produzione italiana hanno deciso di investirci tempo, ma sopratutto denaro. È il caso della serie web Una mamma imperfetta, prodotta dalla Indigo Film in collaborazione con Rai Fiction, che arriverà ad aprile su Corriere. it. La serie parte da un diario che, dal lunedì al venerdì, segue le vicende della protagonista, una mamma che deve dividersi tra i figli, il lavoro e la vita sociale.

YOUTUBE.Ma l’esplosione del fenomeno si deve a naturalmente a YouTube. È qui che i ragazzi di Lost in Google si sono fatti conoscere e visualizzare un milione di volte. La web serie, una delle prime in Italia, nasce da una geniale intuizione dei suoi creatori, creare interazione con gli utenti. I commenti migliori sotto a ogni puntata, infatti, sono utilizzati all’interno della sceneggiatura dell’episodio successivo, mentre i commenti più assurdi e divertenti compaiono alla fine di ogni episodio. La storia racconta della webstar Ruzzo Simone, che un giorno dopo aver digitato “google” su Google, viene risucchiato dal computer e la sua amica Proxy assiste impotente alla scena. La serie vanta numerosi camei, da Caparezza a Roberto Giacobbo fino a Maccio Capatonda, esploso in tv e diventato star della web grazie a Flop Tv, televisione web interamente dedicata alla comicità.

GIOVANI.
Il regista Flavio Parenti sta portando avanti in parallelo due progetti. Il primo è Days: The Crossmovie, a metà tra una serie e un film interattivo, in cui l’utente può scegliere il personaggio da seguire. Il secondo By My Side, la storia di tre amici musicisti, Teo, Sparo e Bozo, che aspettano per tutta una lunga notte il ritorno del loro cantante Flippo misteriosamente sparito mesi prima. La serie ha anche conquistato il Premio SIAE 2012 come Miglior Web Serie. Chissà che magari tutto questo fermento non spinga le grandi produzioni a investire in questo ibrido che ha tutte le caratteristiche per imporsi sul mercato.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

La rassegna stampa di Tempi

Tempi Motori – a cura di Red Live

Nessuno fiati. Nessuno si muova. L’hanno fatto davvero! Hanno ridato vita alla storica sigla GSi. Un’icona per tutti i “figli degli Anni ‘80” cresciuti a pane e Opel sportive. Con buona pace della divisione OPC, la nuova versione high performance della Insignia Grand Sport – seconda generazione della berlina tedesca – tornerà a sfoggiare la […]

L'articolo Opel Insignia GSi: gradito ritorno proviene da RED Live.

Solida e ben fatta, la Seat Ateca 1.6 TDI Advance è il primo SUV della Casa spagnola. Si parte da meno di 24 mila euro chiavi in mano

L'articolo Prova Seat Ateca 1.6 TDI Advance proviene da RED Live.

La fortwo, l’utilitaria più corta sul mercato – è lunga solo 2,69 m – si aggiorna. La novità principale è rappresentata dalla disponibilità di serie, sin dall’allestimento entry level youngster, della frenata automatica d’emergenza e dei fendinebbia. Un upgrade in materia di sicurezza tutt’altro che marginale, esteso anche alla versione a quattro posti forfour. Tessuto […]

L'articolo smart fortwo e forfour 2018: danno di più proviene da RED Live.

Vi piace pedalare in collina? Se volete farlo in compagnia di migliaia di altri ciclisti, e con la possibilità di mettere alla prova il vostro spirito agonistico, l’occasione giusta è la 5° edizione della Granfondo Scott, in programma il 3 settembre 2017 con partenza e arrivo a Piacenza Expo. La manifestazione propone due percorsi, caratterizzati […]

L'articolo Granfondo Scott, al via il 3 settembre proviene da RED Live.

C’è qualcosa che non torna… Non dovevi cambiare radicalmente? Non dovevi votarti alla collocazione centrale del motore? Ah, manca ancora un anno? Questo, allora, significa che sei l’ultima versione della Corvette “tradizionale”. Il canto del cigno di una delle muscle car più apprezzate al mondo che, per festeggiare i 65 anni di carriera, debutta nella […]

L'articolo Chevrolet Corvette MY18: l’ultima volta proviene da RED Live.

MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download
logo EA-Group
logo EA-Group
logo La nuova Bussola quotidiana