Google+

Washington, suicidio assistito: nel 2013 morti in aumento del 43 per cento

giugno 17, 2014 Leone Grotti

Nel 2013 sono morte 159 persone rispetto alle 116 del 2012. Solo il 36 per cento ha citato come causa della sua scelta la paura del dolore, il 61 per cento invece non voleva essere un peso per la sua famiglia

washington-suicidio-assistitoLe persone morte per suicidio assistito nello Stato di Washington nel 2013 sono aumentate del 43 per cento rispetto all’anno precedente, secondo il rapporto ufficiale del governo. La pratica, legalizzata il 5 maggio 2009, consente ai medici di fornire un farmaco letale alle persone affette da gravi malattie con meno di sei mesi di aspettativa di vita.

«NON VOGLIO ESSERE UN PESO». Nel 2013, 173 persone hanno richiesto e ottenuto dai medici il farmaco letale. Di questi, 159 sono morti, solo 119 dopo aver ingerito il farmaco. Spesso infatti i pazienti richiedono l’occorrente per il suicidio ma non ne usufruiscono subito. Secondo il rapporto la maggior parte delle persone che ha richiesto il farmaco ha citato come motivazione la paura di perdere la propria autonomia, la propria dignità o la possibilità di partecipare ad attività che rendono la vita godibile.
Solo il 36 per cento dei richiedenti ha citato come causa il possibile dolore futuro dovuto alla malattia, mentre è preoccupante che il 61 per cento temeva di essere «un peso per la sua famiglia o gli amici». Il 13 per cento, infine, ha motivato il suo gesto con «le implicazioni finanziare» della sua morte.

VITTIME IN COSTANTE AUMENTO. I dati dell’aumento delle morti per suicidio assistito confermano il trend dell’anno scorso: nel 2012 116 persone sono morte, rispetto alle 101 del 2011, alle 85 del 2010 e alle 64 del 2009. È in continua crescita anche il numero delle prescrizioni: 173 nel 2013, 121 nel 2012, 103 nel 2011, 87 nel 2010 e 65 nel 2009.

Ricevi le nostre notizie via email:

Leggi gli articoli sull'app:

Iscriviti gratuitamente alla nostra newsletter per ricevere tutte le nostre notizie!

3 Commenti

  1. Galcian79 says:

    Costituisce una grande ed incomprensibile discriminazione il fatto che possano usufruire del servizio solo i malati terminali con un’aspettativa di vita inferiore ai sei mesi.
    Per gli americani i cittadini perfettamente sani sono evidentemente cittadini di serie B.

La rassegna stampa di Tempi
MailUp - Osservatorio statistico 2017 - banner download

Tempi Motori – a cura di Red Live

Rialzata, “rinforzata” nel look ma con lo stesso grande comfort di ogni Classe E, la All Terrain entra di forza nel segmento delle Statio Wagon rialzate. Offre tanto spazio e un comfort sontuoso, ma la sua attitudine off road è reale

L'articolo Prova Mercedes E 220 CDi All Terrain proviene da RED Live.

Potenza esagerata, guidabilità di alto livello e un motore capace di stupire per gestibilità ed erogazione. La Panigale V4 apre una nuova era in casa Ducati e lo fa non solo per le prestazioni ma anche per come le “serve” al pilota. Non è solo l’ultima supersportiva Ducati è un cambio di filosofia, che potrebbe piacere a molti

L'articolo Prova Ducati Panigale V4 S proviene da RED Live.

Rifatta da cima a fondo la crossover Subaru ha aumentato le sue capacità off road, migliorando al contempo il comportamento su strada. Più efficace e comoda migliora anche nella qualità percepita degli interni. Solo benzina per i motori Boxer che continuano ad avere un po’ di sete.

L'articolo Prova Subaru XV 2018 proviene da RED Live.

Prodotta in soli 150 esemplari, l'iconica fuoristrada inglese si può ordinare ad un prezzo di partenza di circa 170.000 euro

L'articolo Land Rover Defender Works V8: 405 cv per festeggiare i 70 anni proviene da RED Live.

Il tempo purtroppo passa per tutti e man mano che l’età avanza la nostra cara patente B richiede revisioni più frequenti. Scopriamo assieme passo a passo la procedura da seguire

L'articolo Come rinnovare la patente B proviene da RED Live.

Pasqua in Armenia - iStoria Viaggi